Quotidiano Nazionale logo
8 apr 2022

Colletta e raccolta fondi: è un ’bagno’ di solidarietà

Doppia iniziativa per aiutare i profughi ucraini arrivati nel territorio. Intanto il Comune ha attivato un conto corrente dedicato per le donazioni

La camminata per la pace a Bagno
La camminata per la pace a Bagno
La camminata per la pace a Bagno

Un ’bagno’ di solidarietà. La generosità a sostegno dei cittadini ucraini arrivati nel territorio di Bagno di Romagna, promossa dall’amministrazione comunale insieme ad una fitta rete di associazioni di volontariato si concretizza con due iniziative: una colletta alimentare e una raccolta fondi nell’ambito della iniziativa "Assieme per l’Ucraina", per sostenere la permanenza dei nuclei ucraini già presenti, che ad oggi sono un totale di 24 cittadini ucraini, di cui 9 minori e 4 anziani. In totale 6 maschi e 18 femmine. Sottolineano il sindaco Marco Baccini e l’assessora Enrica Lazzari: "Una accoglienza rilevante, che è stata possibile attivare grazie al prezioso aiuto di tanti nostri concittadini e volontari, che hanno messo a disposizione case e che si stanno impegnando nella gestione delle varie necessità ed esigenze quotidiane. Per quanto riguarda i minori stiamo portando a termine, in questi giorni, l’organizzazione utile a consentire agli stessi di iniziare le frequentazione degli Istituti scolastici". Baccini e Lazzari spiegano poi l’organizzazione di questa encomiabile iniziativa: "Col prezioso aiuto dell’associazione Banco di Solidarietà, ed in collaborazione con le associazioni di volontariato, di promozione sociale, culturale, sportive, le parrocchie di Bagno e di San Piero, verrà organizzata una raccolta alimentare straordinaria per sostenere i profughi ucraini accolti sul territorio. La raccolta alimentare si terrà domani dalle 8 alle 18, nei supermercati cittadini che hanno aderito". A San Piero: Supermercato Baccini, Crai, Coal, Bottega di Sofia, Smoll, Conad. A Bagno: Minimarket Paola e Noemi, A&O Mazzoli. Spiegano poi Baccini e Lazzari: "In questa fase sussiste, inoltre, l’esigenza di dotare gli ospiti ucraini di una somma di denaro, per consentire loro di far pronte alle normali necessità di vita quotidiana. Nelle more della definizione dei contributi che potranno essere attivati con provvedimenti del Governo, riteniamo necessario attivare una prima raccolta fondi straordinaria al fine di consentire di gestire questo primo periodo".

E a questo proposito, il Comune ha attivato un conto corrente dedicato per la raccolta di donazioni liberali. Sull’argomento precisano Baccini e Lazzari: "Le donazioni pervenute verranno gestite direttamente dal Comune che, in base alle donazioni stesse, provvederà a caricare periodicamente l’importo che risulterà disponibile sulla carta La Vantaggiosa, così da consentire l’uso nell’ambito di un sistema locale interamente tracciato e trasparente". Le donazioni potranno essere effettuate con causale ’Donazioni Ucraina’ sul conto corrente dedicato: IBAN cc di Tesoreria: Intesa San Paolo – IT 56 P 03069 13298 100000300134. Baccini e Lazzari concludono poi coi ringraziamenti: "Ringraziamo la disponibilità e la sensibilità che la nostra Comunità vorrà dimostrare in questa situazione così drammatica, che sta investendo l’Europa e tutti i Comuni dei Paesi coinvolti, compreso il nostro, che sta già dimostrando ancora una volta la propria solidarietà". Gilberto Mosconi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?