Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 giu 2022

"Comune, pronta un’offerta per l’ex Eridania"

Il sindaco Zattini ha partecipato al sopralluogo con la curatela fallimentare. La proposta economica, però, va ancora formalizzata

21 giu 2022
Il sindaco Gian Luca Zattini nell’area dello zuccherificio, non più attivo da ormai mezzo secolo: la prima idea è sistemare e riaprire il parco
Il sindaco Gian Luca Zattini nell’area dello zuccherificio, non più attivo da ormai mezzo secolo: la prima idea è sistemare e riaprire il parco
Il sindaco Gian Luca Zattini nell’area dello zuccherificio, non più attivo da ormai mezzo secolo: la prima idea è sistemare e riaprire il parco
Il sindaco Gian Luca Zattini nell’area dello zuccherificio, non più attivo da ormai mezzo secolo: la prima idea è sistemare e riaprire il parco
Il sindaco Gian Luca Zattini nell’area dello zuccherificio, non più attivo da ormai mezzo secolo: la prima idea è sistemare e riaprire il parco
Il sindaco Gian Luca Zattini nell’area dello zuccherificio, non più attivo da ormai mezzo secolo: la prima idea è sistemare e riaprire il parco

Il Comune presenta un’offerta per acquisire l’area dell’ex Eridania. "Non parlo di somme, è prematuro, ma ribadisco che intendiamo rilevare l’intera area e destinarla a parco pubblico. Non appena sarà possibile formalizzeremo la proposta secono le modalità previste", dice il sindaco Gian Luca Zattini. Secondo alcune indiscrezioni, la cifra che l’amministrazione metterà sul piatto in occasione della prossima asta, sarà sensibilmente inferiore al milione di euro. L’estate scorsa andò deserta la sesta vendita all’incanto, quando il prezzo base era di 4,4 milioni. E dire che si era partiti con 15,8 milioni, segno che nel volgere di 4 anni il valore di mercato dell’area – ampia 168 mila metri quadri e situata ai margini della ferrovia – è crollato.

"Si tratta di trovare la compatibilità fra un prezzo che possa essere ritenuto congruo dalla curatela fallimentare e che sia alla nostra portata – continua il primo cittadino – . Va tenuto conto che non ci si può costruire nulla. Cosa faremo? Per ora posso dire un parco pubblico, che sarebbe il più grande in città dopo il parco urbano. Il resto lo vedremo, ci sarà tempo per pensarci sopra. La cosa importante è acquisire la proprietà".

La palla ora passa ai curatori fallimentari, i commercialisti riminesi Fabrizio Tentoni ed Ettore Trippitelli. Finora hanno tentato in tutti i modi di cedere la porzione dell’ex zuccherificio, ma invano. Nei giorni scorsi hanno inviato per un sopralluogo un perito incaricato di un’ulteriore stima dell’area. L’intervento dell’amministrazione comunale può finalmente sbloccare un’impasse che ha paralizzato il polmone verde, a pochi passi dal centro, per tanti anni.

In città da alcuni mesi si susseguono voci su cosa potrà contenere: si parla, per esempio, di uno o più impianti sportivi. "Un pezzo alla volta – ammonisce il sindaco – . E sui tempi non mi pronuncio, perché non dipendono da noi".

Finora, a parte il prezzo d’acquisto, hanno tenuto lontano i potenziali investitori i costi per la riqualificazione di una zona che non potrebbe essere recuperato con interventi immobiliari. La destinazione pubblica pare ormai una soluzione quasi obbligata.

Lo zuccherificio Eridania sorse ai primi del Novecento, e cessò l’attività circa cinquant’anni fa; poi la struttura venne chiusa e cadde in preda al degrado. Dopo vari passaggi di proprietà, l’area fu acquisita dalla Cooperativa Muratori Verucchio, società fallita nel 2017.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?