Emergenza coronavirus (Foto Frasca)
Emergenza coronavirus (Foto Frasca)

Bertinoro (Forlì-Cesena), 22 marzo 2020 -  Dopo l’impennata dei casi di contagio da coronavirus  registrata ieri, passati da 15 a venti in una sola giornata, nel pomeriggio di oggi è arrivata la notizia che nessuno voleva avere: si registra il primo decesso di un uomo di oltre 80 anni che era ricoverato da alcuni giorni nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Pierantoni-Morgagni di Forlì a causa delle complicanze dovute al Coronavirus.

A dare la notizia è stata l’assessore al welfare di Bertinoro, Gessica Allegni, con un post su Facebook, quando ancora la famiglia non era stata avvisata. Non sono state rese note le generalità dell’uomo deceduto, come ormai è prassi in questa situazione epidemica. Restano ricoverati altri tre bertinoresi nel reparto di terapia intensiva, mentre altri 10 sono ricoverati in altri reparti dello stesso ospedale. In sei sono invece in isolamento fiduciario presso la propria abitazione. “Ho listato la bandiera comunale a lutto - afferma il sindaco, Gabriele Fratto -, rimango in contatto con le autorità sanitarie per monitorare la situazione di eventuali altri contagiati e per sapere le condizioni dei nostri concittadini ricoverati”. 

I contagi

A rendere noto i nuovi casi di pazienti positivi al Coronavirus è lo stesso sindaco di Bertinoro, Gabriele Fratto, nel suo consueto aggiornamento tramite social della situazione. “Se ieri si era registrato un solo caso in più - spiega il sindaco -, oggi i tamponi Ausl hanno confermato il sedicesimo, diciassettesimo, diciottesimo, diciannovesimo e ventesimo caso di Coronavirus nel territorio di Bertinoro. Ausl, come sempre, sta attuando i protocolli specifici per risalire ai contatti di questi nostri concittadini nelle loro rispettive zone di residenza”.

Leggi anche Coronavirus Castrocaro Terme, sale a 6 il numero dei contagiati


Dei venti bertinoresi risultati positivi al Coronavirus in sei sono ricoverati presso la propria abitazione in quanto presentano sintomi lievi o sono direttamente asintomatici. Degli altri in 10 sono ricoverati in vari reparti dell’ospedale Pierantoni-Morgagni di Forlì, mentre in quattro sono in terapia intensiva. “Di tutti questi nostri concittadini - spiega il sindaco - abbiamo un contatto costante e, seppure la situazione varia di ora in ora, non registriamo fortunatamente peggioramenti significativi delle loro condizioni”. Il sindaco, infine, ricorda l’importanza di stare a casa e di rispettare scrupolosamente tutte le norme anti contagio.