Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
1 mar 2020

Coronavirus Forlì Cesena, primo caso di contagio in provincia

Si tratta di un uomo di circa 60 anni di Savignano, il sindaco: "Si era già isolato". E' ricoverato in buone condizioni

1 mar 2020
26-02-2020 MASCHERINE CORONA VIRUS PANDEMIA CONTAGIO INFETTIVO PROTEZIONE EMERGENZA SANITARIA EPIDEMIA GENERICA
FOTO CUSA CELL.335 6855682
fabriziocusa@gmail.com
Coronavirus, primo caso a Forlì-Cesena (Foto Cusa)
26-02-2020 MASCHERINE CORONA VIRUS PANDEMIA CONTAGIO INFETTIVO PROTEZIONE EMERGENZA SANITARIA EPIDEMIA GENERICA
FOTO CUSA CELL.335 6855682
fabriziocusa@gmail.com
Coronavirus, primo caso a Forlì-Cesena (Foto Cusa)

Forlì, 1 marzo 2020 - Primo caso di Coronavirus a Forlì-Cesena: si tratta di un uomo di circa 60 anni di Savignano sul Rubicone e ricoverato all'ospedale di Forlì, ma in buone condizioni; per questo paziente sono ancora in corso le indagini epidemiologiche. A comunicarlo è il sindaco Filippo Giovannini, in stretto contatto sin dalle prime ore della giornata con Francesca Righi, direttrice del distretto Rubicone - Mare dell'Ausl Romagna, per monitorare la situazione.

''Si tratta di un uomo di 59 anni residente nel Comune di Savignano sul Rubicone - spiega il primo cittadino - ora ricoverato in isolamento nel reparto di Malattie Infettive dell'ospedale Morgagni di Forlì. L'uomo è in buone condizioni di salute. Il Dipartimento di Sanità Pubblica ha avviato l'indagine epidemiologica mirata a individuare tutti coloro che possono aver avuto contatti stretti con il paziente risultato positivo. A seguito dell'identificazione del caso sospetto da parte di sanitari, è stata attivata prontamente l'Igiene Pubblica e il paziente è stato trasportato con un'ambulanza del 118 attraverso il percorso dedicato per salvaguardare personale e altri pazienti all'ospedale Forlì, dove è stata poi accertata la positività al Coronavirus. Sono stati già posti in isolamento domiciliare i familiari del paziente''.

Leggi anche Chi è il primo contagiato in provinciaLa situazione in Italia - E in regioneCome si cura Le differenze con l'influenza Come difendersi

Ancora chiuse le scuole. Vietati gli eventi sportivi. Via libera con restrizione ai luoghi della cultura. Ma se si va verso un primo effettivo ritorno alla normalità al San Domenico e ai cinema Saffi e Astoria, le misure di sicurezza richieste dal caso Coronavirus rendono praticamente impossibile la riapertura del teatro comunale. Il quadro non è ancora totalmente certo, perché dipenderà in ultima analisi da un decreto del presidente del consiglio Giuseppe Conte, atteso per oggi.

La Regione lo recepirà. Ieri sono state anticipate le direttive salienti. Venerdì era stata rinviata la decisione sulla scuola, che è stata poi certificata in maniera ufficiosa fin dalla tarda mattinata di ieri: lo stop prosegue. Per il resto si è dovuto attendere la serata. “Ci siamo confrontati, il San Domenico riaprirà. È più che altro un segnale, non sarà certamente una settimana da pienone”. Il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini ,dà questa prima indicazione. Le condizioni poste dal Governo sono queste, in sintesi: si apra, purché si rispettino le distanze di sicurezza all’interno.

Coronavirus, i 10 comportamenti da seguire

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?