Alessandra Mussolini e la cripta di famiglia a Predappio
Alessandra Mussolini e la cripta di famiglia a Predappio

Predappio (Forlì), 22 luglio 2019 – Domenica 28 la tomba sarà aperta in occasione del 136esimo anniversario della nascita di Benito Mussolini. Così come era successo il 28 aprile, per l'anniversario della morte, quando circa trecento nostalgici in camicia nera avevano sfilato per le vie del paese (video) per poi ritrovarsi davanti al cimitero e scendere nella cripta che è di famiglia, appunto, e quindi, proprietà privata della famiglia Mussolini. Un ritrovo che aveva suscitato feroci polemiche.

image

Ma alla vigilia della nuova apertura, si riapre il dibattito sulla possibilità di tenere la cripta sempre aperta e visitabile. Il nuovo sindaco di Predappio, Roberto Canali, il primo esponente di centrodestra ad avere guadagnato lo scranno di primo cittadino, lo aveva detto dal giorno dopo l'elezione: “In campagna elettorale abbiamo indicata la riapertura fissa come una priorità. Aspettiamo i tempi della famiglia. Se però posso essere utile, volentieri. Se ci sono state incomprensioni con il Comune, mi scuso per la precedente amministrazione”. Il sindaco ha più volte sottolineato come, fino a due anni fa, la cripta fosse sempre aperta.

E adesso il progetto viene confermato all'agenzia AdnKronos da Alessandra Mussolini: “Ci stiamo organizzando per aprirla e per accedere la gente che vuole visitarla, non solo le persone di famiglia, affinché possano entrare in piena sicurezza”, aggiungendo che sta lavorando a questo progetto assieme al sindaco Canali, che conferma: “La tomba per Predappio è una risorsa e fonte di turismo. Ultimamente, quella fascia di frequentatori l'abbiamo persa”.