Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
23 mag 2022

Doppio suicidio dei coniugi seguaci di Ramtha "Lasciamo questa terra per un posto migliore" Spinello, i due si sarebbero sparati in contemporanea. Sul comodino della camera da letto, un post-it. Aperto un fascicolo in procura

23 mag 2022
chiara caravelli
Cronaca

di Chiara Caravelli L’addio su un post-it appoggiato sul comodino della camera da letto, poi l’estremo gesto. Paolo Neri, 67 anni e Stefania Platania, 65, si sono suicidati in contemporanea nella loro villetta di viale dei Pini 27 a Spinello, frazione del Comune di Santa Sofia nell’Appennino forlivese. A dare l’allarme, poco prima delle 20 di sabato, è stato uno dei due figli della coppia, dato che marito e moglie non avevano più dato loro notizie da un paio di giorni. Irrangiungibili anche per alcuni amici che avevano provato a contattarli telefonicamente senza però ricevere risposta. A ritrovare i corpi senza vita dei due coniugi sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia di Meldola, intervenuti sul posto insieme al comando di Santa Sofia e i Vigili del Fuoco. Proprio quest’ultimi hanno dovuto forzare una delle finestre per entrare dentro l’abitazione, dato che la casa era chiusa dall’interno. Dopo una prima ipotesi di omicidio-suicidio, gli elementi emersi dalle indagini hanno portato gli inquirenti ad affermare che si tratta di un doppio suicidio. In camera da letto, accanto ai cadaveri, sono state ritrovate due pistole, un revolver e una semiautomatica legalmente detenute, entrambi mancanti di un colpo. "Ora noi lasciamo questa terra sperando di trovare delle possibilità in un posto migliore". Questo, più o meno, il contenuto del biglietto, che ha come destinatari i figli della coppia. Che frequentava la comunità Ramtha, seguaci di un antico guerriero di Atlantide, che comunicherebbe ancora oggi tramite una medium americana. Spinello, per loro, sarebbe stato il luogo più sicuro in vista della fine del mondo profetizzata dai Maya e fissata al 21 dicembre 2012. Lì avevano acquistato la loro villetta di viale dei Pini 27 e l’avrebbero ristrutturata realizzando un bunker sotterraneo di acciaio e cemento. Sui cancelli d’ingresso gli stemmi a forma di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?