Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 giu 2022

Emilia-Romagna Festival: 9 concerti a Forlì

La kermesse prevede 48 eventi con artisti di fama internazionale. Tra i nomi che si esibiranno in città Fresu, Prokofiev e Jin Ju

8 giu 2022

Un viaggio nel mondo della musica in 48 concerti diversi e 30 differenti location distribuite tra le province di Bologna, Ravenna, Forlì–Cesena e Ferrara, con artisti internazionali e leggendari che spaziano dalla classica al jazz, dall’antico al contemporaneo, fino alle tendenze musicali più innovative. Comincia il 5 luglio e va avanti fino al 9 settembre, con un’anteprima il 21 giugno, l’Emilia-Romagna Festival (Erf). La kermesse si snoda in diverse tappe in tutta la regione, tra le quali ben nove avranno luogo nel forlivese.

Si comincia l’8 luglio alle 21 all’Arena San Domenico con un appuntamento particolarmente atteso: protagonista sarà la tromba di Paolo Fresu accompagnata dal violino di Alberto Martini nell’interpretazione delle musiche di Bach. L’appuntamento successivo è martedì 12 luglio, sempre all’Arena San Domenico e sempre alle 21, con la pianista Jin Ju che interpreterà Beethoven, Schubert e Brahms. Sabato 30 luglio nel chiostro della chiesa di Santa Lucia, si terrà il concerto ad ingresso gratuito del Risus Quartet sulle note di Debussy e Brahms.

Il 3 agosto si torna all’arena con ‘La Toscanini next’. L’orchestra, tra gli altri, interpreterà brani di Gershwin e Bernstein. Il quinto concerto, il 6 agosto, si tiene a Tredozio, a palazzo Fantini alle 19: si esibiranno Elena Bucci (voce recitante) e Daniele Lasta (piano) interpretando musiche di Chopin alternate a letture di testi tratti dalle lettere di Fryderyk Chopin e dalle opere di George Sand.

Il 20 agosto all’arena, ecco il pianoforte di Maurizio Baglini che darà nuova vita alla celeberrima sinfonia numero 9 di Beethoven. Il 30 agosto, nella chiesa della santissima trinità concerto sulle note di Bach di Fulvio e Gabriele Fiorio, rispettivamente al flauto e al clarinetto. L’ingresso, in questo caso, è gratuito. Il 5 settembre ci spostiamo nella chiesa di Sant’Antonio Abate in Ravaldino con Vincente Campos, Sergio Perez (trombe) e Giulio Mercati (organo).

L’ultimo concerto è quello del 7 settembre. Nel refettorio del San Domenico si esibirà Gabriel Prokofiev, compositore ed electronics, insieme al Quartetto Nous. Il costo dei concerti, salvo quelli indicati come a ingresso gratuito, è di 10 euro. Ridotto over 65 e fino a 25 a 7 euro. Studenti fino a 25 anni, 5 euro. Gratis fino ai 10 anni. Il programma completo con tutti i concerti in cartellone si trova sul sito https:www.emiliaromagnafestival.it.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?