Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 apr 2022

Emorragia di medici Lavoravo 14 ore al giorno, ho lasciato

8 apr 2022

Sono un medico di base recentemente pensionato e intendo ribadire un mio personale contributo al dibattito avviato dal Carlino in relazione alla mancanza di sanitari nel territorio forlivese. La situazione è particolarmente grave e sentita nelle zone di periferia, ovviamente meno appetibili per i giovani medici. L’impossibilità materiale di contattare in tempi più che ragionevoli il proprio medico di riferimento, la difficoltà di poter disporre di un tempestivo ricovero ospedaliero, le scoraggianti liste di attesa in Pronto Soccorso sono oggettivamente tali da mettere a repentaglio non solo la salute, ma talvolta la vita stessa dei più sfortunati.

A mio parere la mala politica è uno dei fattori di tale scompenso: assurdo porre limiti all’accesso alla facoltà di Medicina. L’onere burocratico è gravoso, ma non lo ritengo una motivazione sufficiente a scoraggiare i medici di base. Le Case della Salute hanno deluso, e ora si profilano le Case di Comunità, che però nel nostro territorio saranno varate non prima del 2026.

Nessun collega, a quanto mi risulta, ha finora puntato il dito contro un fattore per me rilevante della crisi in atto, vale a dire la pessima gestione amministrativa della sanità forlivese. È di un’evidenza a dir poco macroscopica la fuga verso la pensione anticipata di decine e decine di professionisti: non uno stillicidio, ma una vera emorragia. Personalmente non ho alcuna esitazione a dichiarare che sarei stato disposto a lavorare ancora almeno per un altro paio di anni nel mio territorio, attualmente scoperto, che è l’Alto Bidente.

Dopo una lotta a dir poco tenace mi sono arreso e ho dovuto gettare la spugna: ritengo che l’Azienda mi abbia sfruttato e discriminato economicamente, senza che io abbia trovato appoggio dal mio sindacato e dallo stesso Ordine dei Medici. È possibile lavorare serenamente e lucidamente per 12, 14 ore al giorno tutti i giorni? Qualcuno ha mai visto uno dei nostri solerti dirigenti scendere sul campo e venire a verificare tali condizioni?

Fabio Ravaioli,

medico in pensione

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?