Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
6 mag 2022

Erba altissima ovunque "Ma il taglio è già partito"

Alcuni parchi, come quello di via Solombrini, sono quasi impraticabili. Il Comune: "Decisive le condizioni meteo, a breve tutto sarà a posto"

6 mag 2022

La primavera ha portato le tanto agognate piogge e un po’ di sole caldo, le condizioni ideali per il prosperare dell’erba. E così ci si è ritrovati nel giro di poche settimane con parchi giochi, aiuole stradali, fossi e giardini con erba alta quasi come un bambino. Le segnalazioni e le richieste di intervento per sanare una situazione che da più parti viene definita come degradante sono tante, dal parco giochi in via Solombrini, a via Bengasi, passando per via del Partigiano e il parco Annalena Tonelli. Anche le squadre addette allo sfalcio sono, in verità, attive su tutto il territorio comunale, ma sembrano soccombere nella lotta fra la crescita e la falciatura.

Giuseppe Petetta, assessore al verde del Comune di Forlì, non si poteva partire prima con il taglio dell’erba?

"In realtà si è partiti prima, questo che sta avvenendo è il secondo passaggio. Il primo, che è partito il 1° aprile, era ancora in piena siccità e quindi l’erba non destava preoccupazione a nessuno. Poi sono arrivate le piogge seguite da belle giornate di sole e l’erba è letteralmente esplosa".

Si può avere un calendario dei lavori per sapere quando arriveranno le squadre nella propria zona?

"Il programma settimanale viene già pubblicato nel sito e poi il sindaco lo riporta anche nella sua pagina Facebook. Questo programma però a volte subisce delle modifiche a seconda delle condizioni meteo: se è brutto tempo non si taglia e tutto viene ritardato".

Le segnalazioni dei cittadini servono?

"Sì, ne teniamo conto, soprattutto per le zone già fatte. Può sempre capitare che scappi qualcosa in una zona e, se ci viene segnalata, si torna a finire il lavoro. Dove la vegetazione è ancora incolta, stiamo arrivando".

Quanto verde c’è in città?

"A Forlì ci sono 4,7 milioni di metri quadrati di verde con anche 45.000 alberi su aree pubbliche".

Come viene gestito questo patrimonio pubblico?

"L’8% del totale riguarda le scuole, in questo caso sono previsti in media 7 passaggi all’anno. In tutte le altre situazioni sono 6. A parte il verde incolto con 2".

Che cos’è il verde incolto?

"Si tratta di circa 120.000 metri quadri di verde in zone non fruibili, per esempio negli svincoli delle strade".

Questa ‘emergenza’ dell’erba alta si verifica quasi sempre in primavera?

"Sì. Entro breve, pioggia permettendo, sarà completato anche il secondo passaggio e poi proseguiremo con il terzo".

Matteo Bondi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?