La polizia si era precipitata a casa dell’uomo
La polizia si era precipitata a casa dell’uomo

Forlì, 18 settembre 2018 – Carica la pistola e dice: «Addio amore mio». Poi spedisce il video alla ex. La donna, terrorizzata, chiama la Polizia, girando agli operatori anche le immagini che paiono preludere inequivocabilmente all’intenzione di togliersi la vita. Gli agenti, nella speranza di arrivare in tempo a salvare l’uomo, hanno fatto irruzione a casa sua. Trovando però il presunto suicida ancora vivo e anche tranquillo: stava guardando la tv.

Scampato pericolo, ma anche l’inizio di una serie di guai. L’ex fidanzato, un 39enne imprenditore edile di origine albanese, voleva impietosire la ragazza affinché tornasse da lui. È scattata però una denuncia per procurato allarme (si era mobilitata anche un’ambulanza del 118 per gli eventuali soccorsi). Inoltre, in seguito alla perquisizione, è stata contestata anche la detenzione illegale di munizioni: alcune a salve, ma anche una cartuccia vera. Nel video mostrava la ‘replica’ di una semi-automatica Glock senza il tappo rosso che l’avrebbe inequivocabilmente inquadrata come finta. Al vaglio anche l’ipotesi di maltrattamenti in famiglia.