Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Fratelli d’Italia in centro col circolo Caterina Sforza

Inaugurata ieri la nuova sede in corso Mazzini, a due passi dalla piazza "Un luogo aperto ai cittadini per i loro problemi e le segnalazioni"

La cerimonia d’inaugurazione: a sinistra Marco Catalano, presidente del nuovo circolo, e il deputato Galeazzo Bignami (Frasca)
La cerimonia d’inaugurazione: a sinistra Marco Catalano, presidente del nuovo circolo, e il deputato Galeazzo Bignami (Frasca)
La cerimonia d’inaugurazione: a sinistra Marco Catalano, presidente del nuovo circolo, e il deputato Galeazzo Bignami (Frasca)

La crescita a livello nazionale di Fratelli d’Italia ha effetti anche locali. É stata inaugurata ieri mattina la sede del circolo territoriale ’Caterina Sforza’, in corso Mazzini 68, cioè in pieno centro storico. A presiedere il circolo è il consigliere comunale Marco Catalano, con vice Alessandro Bombardini. Completano l’organigramma Fabrizio Ragni (portavoce) e il direttivo composto da Vinicio Pala, Gianfrancesco Tassani, Luana Caorlin e Giovanni De Capua.

"Abbiamo undici circoli in provincia e altri arriveranno – dice la coordinatrice di Forlì-Cesena del partito, Alice Buonguerrieri –, a cominciare dai comuni della valle del Savio. Abbiamo referenti a Tredozio, Modigliana e Forlimpopoli. Nei primi quattro mesi dell’anno abbiamo raccolto tanti iscritti, circa 250, quanto in tutto il 2021". La sede di corso Mazzini, parola di Catalano, "è un punto di partenza e un riferimento per quei cittadini che vorranno segnalare qualcosa che non va o chiedere aiuto. Cercheremo di dare la nostra disponibilità e presenza fisica sul posto".

Dopo il venir meno degli obblighi di legge, nessuno ieri mattina indossava la mascherina. "Fortunatamente ce le hanno tolte. Il Covid ha sacrificato tanti ambiti – ha continuato Catalano –, inclusa la politica". Il governo Draghi sarebbe colpevole di aver frenato "chi voleva portare avanti la sua attività". La sede, a parlare è Ragni, "è la maniera plastica di mostrare al territorio il nostro impegno".

A Forlì i circoli sono due: esiste già il circolo Atreju, presentato in marzo. "Quella di Forlì-Cesena è una delle realtà che si stanno strutturando di più. La presenza fisica è un bel segnale per il territorio", è l’analisi del deputato di Fratelli d’Italia, Galeazzo Bignami. Le sedi di Forlì e Cesena "sono sostenute economicamente da volontari: non abbiamo finanziamenti da Roma. Questa sede in corso Mazzini è una vetrina sulla città, dove raccogliere denunce e proposte da parte dei cittadini". I partiti, infatti, "devono essere nella disponibilità dei cittadini".

A margine dell’inaugurazione, Buonguerrieri ha specificato che sul fronte del rimpasto di giunta a Forlì (Fratelli d’Italia non ha assessori nella squadra di Zattini) non ci sono novità. "Con il Comune i rapporti sono inalterati. Fratelli d’Italia resta a disposizione, con le sue forze personali e politiche. Abbiamo idee e visioni". Della serie: se volete, noi ci siamo. Per la coordinatrice provinciale "siamo un valore aggiunto. I sondaggi a livello nazionale li conoscete tutti, ma i voti vanno poi presi. Alle ultime amministrative Fdi è risultato il primo partito del centrodestra e, anche in questo territorio, siamo il partito di riferimento. Crediamo di poter fare la nostra parte".

Una battuta infine sulle elezioni comunali di Castrocaro e Dovadola. Mentre nel secondo caso "il risultato è scontato per il centrodestra", con la riconferma di Tassinari, a Castrocaro Fdi e soci puntano su Francesco Billi, "che da assessore ha già dimostrato capacità politica".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?