Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

Il via libera al doppio cognome convince "Felici per i nostri figli, questione di parità"

Nel forlivese ecco le storie di coppie che avevano già preso questa decisione: "Un segno forte e un passo importante verso il progresso"

sofia nardi
Cronaca

di Sofia Nardi Ora la Corte Costituzionale si è espressa e per i genitori di domani sarà normale poter scegliere se dare ai figli il nome materno, quello paterno oppure entrambi. Fino a ieri, invece, tutti coloro che, per le ragioni più diverse, non hanno voluto cedere all’automatismo dell’assegnazione del cognome del padre, hanno dovuto compiere un iter ben preciso, non sempre semplice. È il caso, ad esempio di Elena De Lerma Romita e Federico Bianchi, lei funzionaria del Comune e lui impiegato alle Ferrovie: "Volevamo che i miei figli avessero solo il mio cognome – spiega la madre – ma non è stato possibile. Ora Celeste e Francesco si chiamano Bianchi De Lerma Romita: un cognome sterminato, ma non è stato possibile evitarlo". Elena aveva una ragione precisa per volere che il suo cognome passasse ai figli: "Si tratta di un nome che sarebbe morto con me, perché sono l’ultima a portarlo e sono una donna. È un cognome che ha origini spagnole e sicuramente una radice nobiliare. Mio marito era d’accordissimo con me, anzi è stato proprio lui a desiderare che il cognome continuasse la sua storia tramite i nostri figli. Nel 2014, però, quando è nata la nostra primogenita, ci hanno subito detto che non sarebbe stato fattibile: potevamo solo affiancare entrambi i cognomi. Anche fare questo non è stato semplice: abbiamo dovuto fare esplicita richiesta in Prefettura, con tanto di motivazioni della nostra scelta e abbiamo anche dovuto effettuare un pagamento. Nel 2018, quando è nato Francesco, invece, è stato più semplice perché ha avuto automaticamente lo stesso cognome della sorella. È un bene ora che una regolamentazione consenta alle famiglie di fare questo tipo di scelte con maggiore facilità e autonomia decisionale". Diversa la storia di Elena Dolcini, libraia, e del compagno Marco Valisella, barista: "Quando ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?