Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Infiorata di primavera in piazza Pertini

L’opera di 30 metri quadrati è curata dalla sezione Avis in collaborazione con gli alunni della scuola elementare

L’opera di 30 metri quadrati con petali e sfalci d’erba realizzata gli alunni della scuola elementare di Gambettola in piazza Pertini
L’opera di 30 metri quadrati con petali e sfalci d’erba realizzata gli alunni della scuola elementare di Gambettola in piazza Pertini
L’opera di 30 metri quadrati con petali e sfalci d’erba realizzata gli alunni della scuola elementare di Gambettola in piazza Pertini

Per dare il benvenuto alla primavera da ieri pomeriggio è in corso in piazza Pertini, nel centro di Gambettola, la realizzazione di una "infiorata" di tanti colori. E’ la prima volta per Gambettola e ad organizzarla è la Sezione Avis locale, ma la costruzione vera e propria dell’infiorata è opera dei volontari Avis di Casoli (Chieti) che già da ieri sono giunti a Gambettola. Si tratta di un quadro di 30 metri quadrati che questa mattina dalle 10 in poi sarà ricoperto per mano degli alunni di due classi della scuola elementare, di petali di fiore, sfalci di erba e altri vegetali, ed anche materiali come segatura e fondi del caffè. L’opera non è grandissima ma richiede ugualmente un sapiente lavoro di alcune persone che si attivano con armonia; già da alcuni giorni sono stati raccolti i fiori e pazientemente staccati i petali e tenuti separati in base ai colori. Partita ieri pomeriggio, l’opera sarà completamente visitabile anche oggi.

L’Avis invita tutti ad andare a Gambettola e vedere l’infiorata del 1 maggio, una bella opera che si offre agli sguardi dei visitatori. Il messaggio che l’Avis vuole dare con l’infiorata è: "A te che stai ammirando questo capolavoro ora apparirà tutto più chiaro è semplice, tu diventi parte di quest’opera nel messaggio di amore incondizionato verso il prossimo la vita è un bene indissolubile e donare

vita è un dovere non avere paura c’è e ci sarà sempre una mano amica ad accompagnarti verso l’alba di un nuovo giorno".

Vincenzo D’Altri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?