Forlì, 6 novembre 2016 – Infuria la polemica su Livia Tellus: la società è il contenitore di tutte le partecipate dal Comune di Forlì. Lo stipendio del presidente Gianfranco Marzocchi è stato aumentato da 10mila a 30mila euro l’anno. Dopo le polemiche, il Comune ha chiesto il parere della Corte dei Conti, la quale ha specificato che la decisione spetta all’ente, ma ha ricordato che la legge impone un taglio ai compensi del 20%, senza eccezioni.

Il Comune si difende dicendo che complessivamente il taglio è stato addirittura del 29%: le spese di Livia Tellus sono in costante calo e scenderanno ancora. Ma il Pd sostiene: «La Corte dei Conti conferma i nostri dubbi». E chiede al sindaco Drei di tener conto del parere.

È andata oltre la Lega, che ha presentato in procura un esposto a firma del consigliere regionale Massimiliano Pompignoli: «I pm verifichino se ci sono gli estremi per i reati di abuso d’ufficio e peculato. Il sindaco Drei è l’unico ad aver firmato la delibera per l’aumento: un favoritismo ai membri del cda». Marzocchi è stato assessore alla cultura del Comune di Forlì dal 2004 al 2009.