Forlì, 16 aprile 2018 - Non sarà un città blindata quella che, oggi, lunedì 16 accoglierà il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, che sarà a Forlì per ricordare i 30 anni dall’omicidio, da parte delle Brigate Rosse, dell’allora senatore Dc Roberto Ruffilli. Il presidente della Repubblica atterrerà all’aeroporto Ridolfi alle 10.40 circa, per poi visitare la casa di Ruffilli (oggi sede della Fondazione omonima) in corso Diaz e partecipare allo scoprimento della targa che sancirà l’intitolazione della piazzetta Roberto Ruffilli (l’area è quella antistante la chiesa di Sant’Antonio Abate, a Ravaldino).

Mattarella si sposterà poi al teatro Diego Fabbri, per incontrare gli studenti e di lì ripartire per l’Irst di Meldola. Dalle 6 del mattino sarà in vigore il divieto di sosta in corso Diaz e nelle vie Merenda e Caterina Sforza. Dalle 9 in poi la circolazione in queste strada sarà limitata (non prima, per fare in modo che i genitori possano accompagnare i figli a scuola).

A Meldola, dove il Capo dello Stato è atteso a mezzogiorno, non si potrà parcheggiare nella piccola area di sosta che si trova davanti all’Irst, con istituzione del divieto di sosta in via Maroncelli. I cittadini non potranno accedere nel perimetro dell’Irst (fatta eccezione per chi deve curarsi e i loro familiari) se non dietro autorizzazione rilasciata dalla Prefettura. Libero accesso invece in via Montanari, dove si terrà la cerimonia di posa della prima pietra della Farmacia oncologica unica.