Mauro Cortesi viveva a Santa Maria Nuova. L’ultimo saluto è in duomo,  alle 15.15
Mauro Cortesi viveva a Santa Maria Nuova. L’ultimo saluto è in duomo, alle 15.15

Forlì, 5 maggio 2021 - Si è spento nel pomeriggio di lunedì 3 maggio all’ospedale Pierantoni-Morgagni di Forlì, il bertinorese Mauro Cortesi di 55 anni. Era impiegato presso Atl Group di Forlì, un’azienda del settore del mobile imbottito, ed era residente a Santa Maria Nuova, la più popolosa delle frazioni bertinoresi. Mauro era stato ricoverato per le complicanze del Covid lo scorso 23 marzo. E le sue condizioni erano parse subito gravi.

Anche la compagna di una vita, Marta, era risultata positiva, ma senza riportare le stesse conseguenze. Mauro, dice chi lo conosceva, stava bene, non presentava ulteriori fattori di rischio, quelle che gli esperti definiscono comorbidità perché legate ad altre patologie. Non era certo anziano, Mauro. La campagna vaccinale non è ancora arrivata a ‘chiamare’ quelli della sua età. Eppure il virus è parso subito particolarmente aggressivo, tanto da portare subito al ricovero. E, in poco più di un mese, all’esito più infausto.

«Abbiamo sperato fino alla fine – ha dichiarato il sindaco Gabriele Fratto, informato dell’evolversi della situazione sin dall’inizio –, ma è arrivata la notizia che mai avremmo voluto sentire. Tutta la comunità si stringe attorno alla sua compagna e alla sua famiglia". Cortesi da 35 condivideva la sua vita con la compagna Marta, a cui stanno arrivando moltissimi messaggi di cordoglio, come quelli dell’ex sindaco Nevio Zaccarelli, e di molte associazioni di Bertinoro. "Amore della mia vita Mauro – lo ricorda la compagna su Facebook – dolce mia metà. Trentacinque anni di puro amore, ti voglio ricordare così, bellissimo amore mio. Hai sopportato, lottato, combattuto con tutte le tue forze, ma il subdolo maledetto Covid ti ha portato via". Altri lo ricordano come "uomo generoso", un "vero burlone", con "un sorriso per tutti" e che amava "giocare con i bambini". E qualcuno commenta: "Non è possibile che un ragazzo forte come Mauro senza problemi non sia riuscito a sconfiggere questo maledetto Covid ".

Cortesi è la sedicesima persona di Bertinoro morta a causa del Coronavirus dall’inizio della pandemia nel febbraio dello scorso anno. "Si tratta anche della più giovane vittima del virus del paese – ricorda ancora il sindaco –. Attualmente sono 70 i nostri concittadini ancora malati, 66 dei quali in isolamento presso la propria abitazione e 4 ancora ricoverati in ospedale". In altri paesi ci sono state vittime ancora più giovani. I funerali di Mauro Cortesi si terranno oggi alle 15.15 al duomo di Bertinoro in piazza della Libertà, concattedrale della diocesi.