Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
8 mag 2022

Montagna, "l’obiettivo è unificare i Comuni"

L’Agorà organizzato dal Pd si è svolto a Portico: "Speriamo nell’approvazione della proposta di legge per lo sviluppo del nostro territorio"

8 mag 2022
quinto cappelli
Cronaca
I sindaci e i relatori che hanno partecipato l’altra sera a Portico all’Agorà della montagna
I sindaci e i relatori che hanno partecipato l’altra sera a Portico all’Agorà della montagna
I sindaci e i relatori che hanno partecipato l’altra sera a Portico all’Agorà della montagna
I sindaci e i relatori che hanno partecipato l’altra sera a Portico all’Agorà della montagna
I sindaci e i relatori che hanno partecipato l’altra sera a Portico all’Agorà della montagna
I sindaci e i relatori che hanno partecipato l’altra sera a Portico all’Agorà della montagna

di Quinto Cappelli

"Speriamo che la nuova proposta di legge del Governo per lo sviluppo della montagna e della strategia nazionale per le aree interne sia approvata dal parlamento entro questa legislatura, perché da questa dipende il futuro della montagna italiana". Se lo sono augurati l’altra sera nel teatro di Portico oltre 60 partecipanti (40 in presenza e 20 collegati) della montagna e collina forlivese, da Modigliana a Tredozio, fino a Premilcuore, Galeata e Santa Sofia, attraverso Rocca San Casciano e Dovadola. L’incontro, organizzato dall’Agorà della montagna (Pd), è stato introdotto dai responsabili dell’iniziativa Serena Bambi di Portico e da Enzo Valbonesi di Santa Sofia, presenti anche diversi amministratori locali, fra cui i sindaci di Rocca Pier Luigi Lotti, di Portico Maurizio Monti, Premilcuore Ursula Valmori, Modigliana Jader Dardi e di Santa Sofia Daniele Valbenesi, nonché rappresentanti di categorie economiche, come per esempio Mauro Neri, presidente di Confcooperative Romagna.

Enzo Valbonesi ha illustrato alcuni dei 18 articoli della proposta di legge sulla montagna, "che non rappresenta l’ideale che noi avremmo voluto, ma costituisce certamente un passo avanti specialmente nei settori agricolo, forestale e turistico, nonché per le piccole scuole e gli stessi enti istituzionali, come i Comuni". A questo proposito Valbonesi ha chiesto ai sindaci di "arrivare all’unificazione dei Comuni per convinzione e non per consunzione". E’ seguita la relazione di Giampiero Lupatelli, economista territoriale e progettista dei progetti Pnrr dei Comuni montani a cura della Fondazione cassa dei Risparmi di Forlì, che ha suggerito agli amministratori e ai presenti non solo di "fare soldi, ma soprattutto seguire una formazione continua, più collaborazione fra stato, Regione e Comuni, creare una rete di scambi e relazioni fra sindaci e comuni di vari territori".

È intervenuto poi Marco Bussone, presidente dell’Unione Nazionale dei Comuni e delle Comunità Montane (Uncem), che ha suggerito il "superamento dei campanili, creare e rafforzare forme aggregative di comuni e più protagonismo delle Fondazioni nel sostegno alla montagna". Sono seguiti vari interventi, fra cui quelli dei sindaci di Premilcuore e Modigliana, Valmori e Dardi, e quello del presidente di Confcooperative Romagna Neri, per porre domande ai relatori o per denunciare il continuo calo demografico, le difficoltà istituzionali e progettuali dei piccoli Comuni oppure le sfide della modernità o della pandemia. Ha tirato le conclusioni il sindaco di Santa Sofia e segretario territoriale del Pd, Daniele Valbonesi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?