Forlì, 19 maggio 2018 - Sono ormai conclusi i murali realizzati dagli street artist protagonisti del primo festival cittadino. Gli autori, di fama internazionale. hanno lavorato in sei punti della città. Il primo è stato Millo, che ha già decorato settimane fa piazza del Carmine (ispirata all’articolo 3 sulle pari opportunità).

Poi Camilla Falsini, che ha dipinto la biblioteca di parco della Resistenza sull’articolo 9 dedicato al patrimonio storico e culturale. Eron in vicolo San Domenico ha disegnato lenzuola e abiti appesi ad asciugare per parlare di famiglia. In via Cobelli c'è Moneyless con geometrie colorate. In vicolo Casaglia ha preso vita il murale di Gola, che omaggia il patrimonio naturale (articolo 9). Zed1, in via Nullo, ha scelto l'articolo 1 (guarda qui le foto). 

Anche il parcheggio di piazza Guido da Montefeltro è stato decorato dai partecipanti di un workshop.