Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
30 lug 2022
30 lug 2022

NOI FORLIVESI

30 lug 2022

Caro Andrea, l’assenza di – come dice lei – "qualunque oggetto che supponesse un’attività umana" era stato notato e criticato anche da altri lettori. Andiamo con ordine: il vecchio parcheggione in cemento era bruttissimo; stiamo parlando del luogo cittadino più frequentato da parte di chi viene da fuori città; va ricordato che la soppressione dei posti auto ha creato numerosi disagi, che il Comune spera di superare in autunno non appena sarà pronta la sosta in via Romanello. Tutte queste considerazioni inducono a una riflessione: il giardino dei musei è stato un intervento importante, destinato a cambiare il volto di uno spicchio di centro storico, con anche dei disagi, dunque si rivelerebbe un boomerang se, almeno, non aumentasse l’attrattività della zona. Vero: al debutto, quel manto verde ben curato ed elegante pareva bello da guardare sì, ma da lontano, come se ci fosse timore di sporcarlo. Viceversa, il giardino dei musei dovrebbe celebrare simbolicamente l’unione tra l’arte e la natura, l’arte e la città nel senso più ampio del termine, dunque l’arte e la vita. Credo, perciò, che sarà importante se – nel massimo rispetto delle regole e della cura del luogo – vedremo bambini correre, ragazzi stesi al sole, famiglie che mangiano un panino. Allora sì, vorrà dire che abbiamo aumentato l’attrattività della zona. Con esiti positivi per la cultura, ma anche per il centro.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?