Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
13 mag 2022

Onorificenza tedesca assegnata a un prof di lingue del Campus

Sandro Moraldo insignito dell’Ordine della Repubblica federale dall’ambasciatore in Italia (con madre forlivese)

13 mag 2022
L’ambasciatore Viktor Elbling premia il professor Sandro Moraldo
L’ambasciatore Viktor Elbling premia il professor Sandro Moraldo
L’ambasciatore Viktor Elbling premia il professor Sandro Moraldo
L’ambasciatore Viktor Elbling premia il professor Sandro Moraldo
L’ambasciatore Viktor Elbling premia il professor Sandro Moraldo
L’ambasciatore Viktor Elbling premia il professor Sandro Moraldo

Sandro Moraldo, docente di lingua, cultura e letteratura tedesca presso il Dipartimento di Interpretazione e Traduzione del Campus di Forlì, è stato insignito dell’Ordine al merito della Repubblica Federale di Germania nel grado di Cavalierato.

È stato il presidente della Repubblica Federale Tedesca, Frank-Walter Steinmeier, a decidere di conferirgli l’onorificenza per il suo ruolo nella promozione degli scambi bilaterali tra Italia e Germania. "Non mi aspettavo proprio di ricevere quest’onorificenza – afferma il professor Moraldo –. Quando mi è arrivata la lettera pensavo fossero gli auguri di Natale. Quando ho letto il nome del presidente non mi rendevo conto di cosa stesse succedendo. E forse non me ne rendo conto ancora".

La lettera con l’annuncio è stata recapitata al professor Moraldo a dicembre, ma la cerimonia per il conferimento si è svolta solo il 28 aprile scorso. La location è stata Villa Almone, la residenza dell’ambasciatore tedesco a Roma, Viktor Elbling, di madre forlivese e per questo molto legato alla città. "L’ambasciatore tedesco è una gran bella persona – continua il professor Moraldo –. Durante la cerimonia ha fatto la sua relazione motivando il premio, dopodiché mi ha attaccato la croce al petto e poi ho parlato io, concentrandomi sulle mie origini". Sandro Moraldo è nato a Bordighera, in Liguria, da genitori che dall’Italia erano già emigrati in Germania. È però cresciuto a Heidelberg, dove suo padre aveva una pizzeria e dove ha poi anche conseguito la laurea e il dottorato. "Sono tornato in Italia nel 1989 dopo gli studi all’Università di Heidelberg, dove sono stato anche visiting professor e dove tengo ancora un insegnamento una volta all’anno. Ma da quando sono tornato ho sentito di dovere qualcosa al Paese che mi ha cresciuto".

Sono diverse le attività portate avanti da Sandro Moraldo in quasi trent’anni: iniziative, convegni, la co-fondazione e presidenza di due associazioni alumni. Il tutto per contribuire ad avvicinare i due Paesi e promuovere visioni che vadano oltre i reciproci stereotipi. "Nel mondo globalizzato in cui viviamo è fondamentale capire quanto l’altro possa essere un valore aggiunto – spiega Moraldo –. Essendo stato io stesso un emigrato ho visto quanto è importante capire la cultura dell’altro, ed è quello che cerco di far capire anche ai miei ragazzi. La speranza oggi sono loro".

Martina Mastellone

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?