Quotidiano Nazionale logo
3 mag 2022

"Ora più controlli lungo le vie pericolose"

L’annuncio della polizia locale in occasione della ‘giornata europea’. Nel mirino "eccessi di velocità, abuso di alcol e telefonini"

Un incidente lungo viale Roma (Salieri). . Per la polizia locale è un’arteria a rischio
Un incidente lungo viale Roma (Salieri). . Per la polizia locale è un’arteria a rischio
Un incidente lungo viale Roma (Salieri). . Per la polizia locale è un’arteria a rischio

Sono 241 gli incidenti rilevati da inizio anno a Forlì dalla polizia municipale. Il dato non è esaustivo, perché non include il lavoro delle altre forze dell’ordine. Va detto comunque che la municipale è quella che rileva la maggior parte degli incidenti. Di questi 241 sinistri, 119 sono stati con feriti, in un caso c’è stato un decesso e, in un altro, c’è stato un ferito che ha poi avuto una prognosi di oltre 40 giorni. Dodici i pedoni coinvolti, 46 i ciclisti, 16 le moto.

A fornire il quadro della situazione è stato il vice comandante della polizia locale, Andrea Gualteri, presentando le ’Giornate della Sicurezza Stradale’, in programma da oggi a venerdì. Nell’arco di questi quattro giorni saranno intensificati i controlli sulle strade dove si verificano più incidenti. Tra queste Gualtieri cita viale Roma. "Dal mio punto di vista – prosegue il vice comandante –, la sicurezza stradale si può migliorare in due modi: presidiando il più possibile il territorio ed educando i giovani fin dai primi anni di scuola". Da oggi a venerdì saranno dunque rafforzati i controlli in città. Tra i comportamenti scorretti tenuti alla guida ci sono anzitutto "l’eccesso di velocità, l’abuso di alcolici e l’utilizzo del telefono cellulare, purtroppo difficile da accertare". Particolare attenzione sarà poi rivolta "agli utenti deboli della strada, dai pedoni ai diversamente abili".

Commentando i dati dell’incidentalità cittadina Giordano Biserni, presidente Asaps, dice che "la città di Forlì è quasi un’isola felice. Veniamo da un fine settimana nel quale sono morte 27 persone, tre in provincia, una di queste a Forlimpopoli". Gli organi di polizia, prosegue nel suo ragionamento, "devono poter effettuare i controlli. Invece, solo per citare quelle nelle nostre zone, sono stati chiusi i distaccamenti della polizia stradale di Rocca San Casciano, Lugo e Casalecchio: di cosa parliamo?". Tra le violazioni del codice della strada citate di Biserni c’è l’eccesso di velocità. "Abito vicino alla tangenziale. Sabato sembrava di essere a Misano. E poi tutti ormai utilizzano il cellulare. Quando si viene beccati, la patente, anche per un periodo di soli 15 giorni, andrebbe sospesa". Oggi questo avviene solo in caso di recidiva. Un’amara riflessione, poi, sulla capacità di imparare dai propri errori: "Non credo molto alla rieducazione degli adulti".

Venerdì si celebrerà poi la ’Giornata Europea della Sicurezza Stradale’, che a Forlì si tradurrà in un open day del comando della polizia locale in via Punta di Ferro, che coinvolgerà gli studenti della materna di San Martino in Strada, della media Orceoli, del Cnos - centro di formazione professionale Don Bosco e dell’istituto superiore Itis Marconi. Nel concreto i ragazzi, utilizzando appositi occhiali, potranno simulare la guida in stato di ebbrezza e fare prove pratiche di guida di auto e bici. Anche per l’assessore all’Istruzione, Paola Casara, "bisogna puntare sulla prevenzione". Tra i settori nei quali bisognerebbe fare approfondimenti "c’è quello dell’autotrasporto. In questo momento di crisi e rincari, siamo sicuri che vengano rispettati i turni di chi guida?".Alessandra Prati è la responsabile educazione stradale dell’Ufficio scolastico provinciale: "Da tempo organizziamo progetti su questo tema. I messaggi vanno ripetuti o servono a poco. E bisogna coinvolgere le famiglie".

Luca Bertaccini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?