Paolo Stella, il suo primo libro è uscito il 10 luglio
Paolo Stella, il suo primo libro è uscito il 10 luglio

Forlì, 23 luglio 2018 - Attore, regista, influencer (283mila follower su Instagram) ed ora anche scrittore, un’anima eclettica sempre alla ricerca di nuove sfide. Questa la storia di Paolo Stella (FOTO), 40enne forlivese che ha appena pubblicato il suo primo romanzo. ‘Meet me alla boa’, uscito il 10 luglio scorso, è il suo libro d’esordio, una storia d’amore e di perdita, di dolore e di gioia, edita da Mondadori. Tutto è raccontato nei trenta passi che separano il protagonista dalla camera d’obitorio dove dovrà riconoscere il corpo della sua fidanzata. Trenta passi durante i quali l’uomo ripercorrerà la loro storia d’amore, fatta di attimi, di eventi e di luoghi.

STELLAF_32582379_185815

Una storia autobiografica?
«Non esattamente. E’ una storia che spero sia universale. Tutti abbiamo vissuto la perdita, la morte di qualcuno che ti è accanto ti costringe a cambiare prospettiva, a guardare tutto con occhi diversi. E’ questo che volevo raccontare, il dolore di una perdita ma anche la forza di superarla. Non è un libro che parla di me, è un libro che spero parli di tutti ed a tutti».

Il titolo ‘Meet me alla boa’, cosa significa?
«La boa è il luogo, o meglio il non luogo, dove i due protagonisti s’incontreranno. E’ vicino a questa boa che finalmente potranno dirsi tutto ciò che hanno dentro, distaccati dal mondo. Sarà l’incontro tra due anime, non tra due persone».

Ma com’è nata la passione per la scrittura?
«Scrivo da sempre, in modo molto personale ed intimo. Anni fa curavo anche un mio blog ma la scrittura istantanea e veloce del web non soddisfa totalmente il mio bisogno di introspezione. Questo romanzo l’ho scritto sette anni fa, avevo bisogno di farlo per affrontare un momento doloroso della mia vita ma non avrei mai pensato di pubblicarlo».

E poi, cosa è cambiato?
«E’ stato veramente un caso. Sono stato contattato da un agente letterario, Francesco Gungui. Lui e sua moglie mi seguivano su Instagram, l’aveva incuriosito il mio personaggio e ci siamo incontrati. Ho deciso allora di fargli leggere questo romanzo che era rimasto nel cassetto per tanti anni e il giorno dopo mi ha richiamato entusiasta».

Un romanzo che non ci si aspetta da una web star?
«Esattamente. Leggerlo ha spiazzato il mio agente e penso che spiazzerà molti altri. Nessuno si aspetta qualcosa di così intimo da parte mia. Sui personaggi del web c’è spesso pregiudizio, si pensa sempre siano tutte persone superficiali».

Lei è un personaggio dalle mille sfaccettature: attore, regista, influencer ed ora scrittore. Quando si è sentito davvero completo?
«Mai. Mi sento sempre felicemente incompleto. Amo sperimentare e soprattutto amo l’imperfezione».

E se le chiedessi di definire il suo lavoro?
«Impossibile. Ci prova da anni anche il mio commercialista. Posso dire che faccio quello che amo sempre e comunque. Sono partito da Forlì per studiare Architettura ma poi mi sono ritrovato a partecipare al programma ‘Amici’ ed intraprendere la carriera di attore. Ho vissuto in America e poi sono tornato in Italia. Ho iniziato a seguire la moda, a scrivere per dei giornali ed ora sono un personaggio sul web».

Mi risulta anche regista?
«Si, mi sono occupato della regia dei video clip di Emma Marrone, una persona squisita».

E il futuro cosa le riserva?
«Vorrei scrivere un altro romanzo, il sequel di Meet me alla boa».