Forlì, 4 settembre 2018 - Accusava la moglie (53enne albanaese) d’infedeltà, ma lei ha negato con tutte le sue forze di tradire il marito geloso (58enne suo connazionale), scatenando la sua rabbia. Così l’uomo è passato alle offese. E la donna ha reagito, indignata, con uno schiaffo. A quel punto, però, la 53enne è stata travolta da calci e pugni e trascinata in garage per i capelli.

Per fortuna una vicina ha sentito le urla e le disperate richieste di aiuto. Alla fine l’uomo è stato arrestato dagli agenti delle volanti della questura con le accuse di autore di maltrattamenti in famiglia, con lesioni e minacce.

Il tutto è accaduto in un condominio del centro. Sul posto era intervenuto il 118 che, viste le condizioni della donna – distesa dolorante sul pavimento, con lividi ovunque – ha allertato il 113. La prognosi è di 30 giorni.