Predappio, 1 novembre 2018 - L’indagine sul caso  Predappio (FOTO) di domenica scorsa è giunta al termine. Tanto che un corposo dossier è già stato recapitato in procura. Ora la palla passa ai magistrati.

La Digos di Forlì ha vagliato le immagini dei manifestanti alla marcia neofascista che nel giorno del 96esimo anniversario della marcia su Roma, hanno solcato le vie della città natale del duce. Sarà adesso compito dell’autorità giudiziaria valutare il materiale raccolto dagli investigatori. L’inchiesta si focalizzerà inevitabilmente anche sull’episodio della maglietta Auschwitzland indossata da Selene Ticchi D’Urso.

LEGGI ANCHE T-shirt Auschwitzland, interviene la Disney: ripugnante

PREDA_34616108_133324

LEGGI ANCHE Marcia su  Roma, duemila in corteo

Nel caso in cui la procura di Forlì decida che vi siano i presupposti per una fattispecie penale, quella più probabile è l’apologia al fascismo. Al vaglio comunque sia ulteriori possibili reati sia la posizione di altre persone presenti al corteo neofascista di domenica scorsa.