Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
16 giu 2022

Profughi, nuovo centro accoglienza in città

Sarà inaugurato al monastero del Corpus Domini e affidata alla Fondazione Buon Pastore-Caritas Forlì: "Conterrà fino a 25 posti letto"

16 giu 2022

Oggi alle 11.30 presso il monastero del Corpus Domini in piazza Ordelaffi, sarà inaugurato il nuovo Centro di accoglienza per ucraini aperto in convenzione con la Prefettura di Forlì, a cura della Caritas diocesana e della Fondazione Buon Pastore. Dopo il saluto del vescovo mons. Livio Corazza, del prefetto Antonio Corona, del sindaco di Forlì Gian Luca Zattini, e il taglio del nastro, si potrà visitare il Centro negli spazi del monastero del Corpus Domini che le monache Clarisse hanno lasciato recentemente e che hanno messo ora a disposizione della Diocesi per il servizio di accoglienza delle persone ucraine. Un’iniziativa che va ad arricchire il programma di accoglienza messo a punto dalla città. Poche settimane fa, le comunità di Barisano, Malmissole, Roncadello, Poggio e San Giorgio dell’Unità Pastorale guidata da Andrea Carubia avevano trovato nella canonica di Barisano un punto di appoggio per i rifugiati.

Caritas di Forlì-Bertinoro è impegnata nell’emergenza Ucraina con un piano diocesano suddiviso in quattro macro-aree d’intervento: aiuti umanitari, accoglienza nel territorio, percorsi d’inclusione, fondo di solidarietà emergenziale e il direttore Filippo Monari ringrazia "le molte persone che stanno aiutando a sostenere l’emergenza in corso e che si sono adoperate con competenza e generosità per l’attivazione del Centro di accoglienza, che conterrà fino a 25 posti, con gesti di profonda solidarietà e prossimità".

La gestione della struttura sarà affidata alla Fondazione Buon Pastore-Caritas Forlì, che già sul territorio cittadino promuove due centri di prima accoglienza, con relativi punti di ascolto delle povertà, la Mensa, l’Emporio della Solidarietà, l’Ambulatorio Caritas e numerose accoglienze diffuse. Monari esprime poi un particolare ringraziamento alle monache Clarisse "per la testimonianza concreta con cui hanno messo a disposizione il monastero del Corpus Domini e a tutte le persone che in questo tempo di preparazione dell’accoglienza hanno contribuito gratuitamente con il loro impegno e le loro competenze".

Il monastero del Corpus Domini era chiuso dall’11 ottobre 2021 quando le monache avevano lasciato Forlì dopo 235 anni di presenza e il 31 marzo scorso la Caritas di Forlì-Bertinoro annunciò che, oltre ai settanta posti messi a disposizione per i profughi dell’Ucraina attraverso la rete di parrocchie, istituti religiosi, famiglie e associazioni, sarebbe stata promossa un’ulteriore accoglienza di venticinque posti, nel monastero del Corpus Domini. Per segnalazioni e richieste si potrà contattare la Segreteria Caritas, tel. 0543 30299, email: corpusdomini@caritas-forli.it.

Alessandro Rondoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?