Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

"Riecco le bici, ma sono tutte quante rotte..."

Recuperate dalla polizia le dueruote sportive rubate al Bike Corner di Santa Maria Nuova

Recuperate le bici rubate al Bike Corner, il negozio di bici di Santa Maria Nuova, razziato nella notte del 30 marzo scorso. Una decina di pezzi. Valore 25mila euro. Una soddisfazione, per il titolare della rivendita? "Se devo essere sincero, poca soddisfazione: le bici sono tutte rotte, alcune completamente, altre graffiate in modo evidente, e quindi difficilmente vendibili, e non certo come nuove. Credo che si siano rovinate quando le hanno buttate nel furgone, durante il colpo – rimarca amaro Thomas Fiumana, titolare del punto bike –. Questo il punto di vista mio personale. Poi certo, mi fa piacere che la polizia abbia recuperato la refurtiva, però peccato perché i ladri non sono stati presi...".

A ritrovare la refurtiva sono stati gli agenti del commissariato di Imola. Che assieme alle bici hanno rinvenuto, in un furgone, che è stato sequestrato, anche alcolici e generi alimentari di vario genere, per un bottino di consistente valore. Gli agenti imolesi hanno agganciato i ladri in strada, a bordo del veicolo, dopo la segnalazione di una pattuglia del servizio di vigilanza privata. Da quel momento è scattato un inseguimento. Al termine del quale, i due banditi a bordo del mezzo, dopo averlo abbandonato, sono scappati a su un’altra vettura, rubata poche ore prima a Faenza.

Tutto succede nel cuore della notte, nella zona collinare della Tosa di Imola. Il vigilantes nota un furgone sospetto (forse anche grazie ai particolari del veicolo, diramati dai carabinieri di Meldola, dopo il furto). Parte l’allerta al commissariato. Che invia sul posto una volante in perlustrazione, già nelle vicinanze. Gli agenti non perdono un istante e si lanciano a tutta velocità all’inseguimento del furgone. I malviventi abbandonano però il mezzo e, per evitare l’arresto, fuggono con un’altra macchina che avevano lasciato nelle vicinanze proprio per ’coprire la fuga’.

Aprendo il furgone, di colore bianco, gli agenti hanno ritrovato una decina di bici sportive e prodotti alimentari di vario genere: alcolici, birre, prosciutti, parmigiano, olio. Tutta merce asportata nelle ore precedenti in un agriturismo di Brisighella.

Nelle mani dei ladri, tra l’altro, era finita anche un’altra vettura rubata sempre a Faenza, oltre a un estintore proveniente da un’area di servizio di Bologna.

Oltre ale bici, restituita anche l’altra merce. Ora gli agenti del commissariato sono alla ricerca anche di una minima traccia lasciata dai malviventi, che potrebbe svelarne l’identità.

Al vaglio, come da prassi, le immagini delle telecamere della zona, che potrebbero aiutare gli uomini del commissariato a imboccare la pista giusta. Dal modus operandi, agli inquirenti pare evidente che ad agire sia stata una banda di specialisti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?