Quotidiano Nazionale logo
12 apr 2022

"Riusciremo a rilanciare la biblioteca"

L’assessore Valerio Melandri: "Spero di riaprire molto presto lo scalone e farne il perno della vita culturale cittadina"

Palazzo del Merenda, in corso della Repubblica, come "centro della nuova pianta culturale di Forlì". Lo scrive l’assessore alla cultura, Valerio Melandri, sul suo blog (valeriomelandri.it), annunciando che "stiamo concretamente mettendo le mani su Palazzo del Merenda. Tutto quello che gli altri non hanno mai fatto in trenta e più anni di amministrazioni passate noi lo stiamo realizzando. E il risultato che sarà visibile nei prossimi – pochissimi – anni".

L’intervento è tuttavia molto complesso: lo spostamento della biblioteca Moderna a palazzo Romagnoli, come dichiarato dallo stesso Melandri al Carlino, potrebbe durare 7-8 anni (forse addirittura 10). Ma già a breve, questo intende Melandri nel blog, ci sarà la riapertura di alcune sale. Poi tra un anno (ad aprile 2023) quella sezione della biblioteca si sposterà a palazzo Romagnoli in via Albicini e lì resterà diversi anni per consentire di effettuare l’intervento di restauro e consolidamento nell’edificio di corso della Repubblica. Melandri conferma che la Collezione Verzocchi lascerà palazzo Romagnoli per essere esposta a palazzo Albertini, in piazza Saffi. Per effettuare i lavori, scrive Melandri, "palazzo del Merenda resterà quasi completamente vuoto e questo permetterà di avanzare con i lavori nel modo più veloce e spedito possibile".

Col primo stralcio si andranno a consolidare i soffitti e le sale di lettura a piano terra e al primo piano (fine lavori: estate 2023); col secondo stralcio si interverrà al piano terra, creando un collegamento tra corso della Repubblica e il campus e realizzando la nuova sezione ragazzi della Biblioteca Moderna; col terzo stralcio i lavori andranno avanti al primo piano e nello scalone monumentale della Biblioteca Antica.

"L’idea che come Amministrazione abbiamo su Palazzo del Merenda è quella di riportare insieme le due grandi biblioteche della città: quella più antica di conservazione con l’Unità Fondi Antichi, Manoscritti e le raccolte Piancastelli, e quella più moderna di consultazione, la biblioteca comunale Aurelio Saffi – scrive –. Proprio quest’ultima, situata al piano terra, sarà la prima a rivedere la luce poiché i lavori di rivalutazione e ristrutturazione saranno ultimati in pochissimo tempo".

Secondo l’amministratore l’edificio può "dare una forte spinta alla portata culturale della città. Il mio sogno è quello di riaprire molto presto lo scalone della biblioteca del Merenda e fare di tutto affinché quello sia il perno principale e centrale della rinascita della vita culturale di Forlì. Non è un’utopia ma qualcosa di assolutamente e rapidamente realizzabile". Sul blog non ci sono riferimenti né ai tempi di conclusione dell’intervento, né ai costi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?