Quotidiano Nazionale logo
12 apr 2022

S. Benedetto, super Misericordia "Qui 200 volontari e tanti servizi"

Il bilancio del gruppo "Insieme abbiamo compiuto grandi passi"

"Dopo più di due anni di pandemia, ora di fronte alla tragedia della guerra in Ucraina, all’angoscia di un popolo in fuga, alle tante ingiustizie del mondo, anche noi ci auguriamo che trionfi I’amore, la solidarietà, la concordia e la pace". Lo sostiene Alberto Manni, governatore della Misericordia di Forlì e San Benedetto in Alpe, in un messaggio ai volontari dell’associazione di volontariato che opera a Forlì e nell’alta valle del Montone, unita ormai da quattro anni "per essere più forte nel mondo della solidarietà". Aggiunge il governatore: "Tutti siamo chiamati a portare il nostro contributo per rendere migliore il mondo. Le occasioni sono tante per rispondere con professionalità, disponibilità e gioia alle richieste di aiuto di anziani, ammalati, persone con disabilita".

Poi Manni traccia un riassuntivo bilancio dell’attività dei volontari, specialmente quelli con le ambulanze: "La nostra Misericordia ha compiuto grandi passi e la sua attività si è consolidata, sia nei servizi sanitari sia in quelli sociali ed ora è una realtà conosciuta e apprezzata a Forlì, comuni limitrofi e a Portico e San Benedetto. Tutto questo grazie all’impegno e alla generosa disponibilità dei volontari".

La Misericordia, animata da quasi 200 volontari, continua ad essere attiva grazie a due convenzioni con l’Ausl Romagna: la postazione emergenza 118 a San Benedetto in Alpe nei weekend e festivi dalle 8 alle 20, con la presenza anche dell’infermiere professionale, servizio molto importante per il soccorso lungo la strada statale 67 del Muraglione; il trasporto sanitario di non urgenza a Forlì dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 20. Inoltre, grazie ad una convenzione col Comune di Forlì, gli autisti volontari della Misericordia, come di altre associazioni, hanno svolto il trasporto di anziani e persone in difficoltà per recarsi alle vaccinazioni. La stesso hanno fatto i volontari di San Benedetto per trasportare i concittadini bisognosi a Rocca San Casciano.

Quinto Cappelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?