Il pm di turno Lucrezia Ciriello ha aperto un fascicolo per omicidio stradale in merito all’incidente mortale in cui, nella tarda serata di sabato, a Milano Marittima ha perso la vita Leonardo Mancuso, studente forlimpopolese di 17 anni, mentre era alla guida di una moto 125. In sella alla dueruote, che si è scontrata con un Suv all’incrocio tra viale 2 giugno e via III Traversa, c’era anche una ragazza, pure lei 17enne e originaria di Forlimpopoli, che è rimasta gravemente...

Il pm di turno Lucrezia Ciriello ha aperto un fascicolo per omicidio stradale in merito all’incidente mortale in cui, nella tarda serata di sabato, a Milano Marittima ha perso la vita Leonardo Mancuso, studente forlimpopolese di 17 anni, mentre era alla guida di una moto 125.

In sella alla dueruote, che si è scontrata con un Suv all’incrocio tra viale 2 giugno e via III Traversa, c’era anche una ragazza, pure lei 17enne e originaria di Forlimpopoli, che è rimasta gravemente ferita. La giovane, subito dopo l’incidente, è stata trasportata in ambulanza al ‘Bufalini’ di Cesena dove è stata operata d’urgenza e ora si trova ricoverata in prognosi riservata.

Una donna di 31 anni di Cervia era invece alla guida del Suv e sabato sera, nell’immediatezza del fatto, è stata portata in stato di choc all’ospedale di Ravenna. Il pm di turno ha disposto anche il sequestro di entrambi i mezzi e sono attesi i risultati degli esami tossicologici. Si sta cercando di capire la velocità a cui viaggiavano moto e Suv, che, a giudicare dal violento impatto, pare fosse sostenuta.

La dinamica dell’incidente è al vaglio della Polizia locale di Cervia-Milano Marittima: tra le ipotesi quella più accreditata al momento è che all’origine dello schianto ci sia una mancata precedenza da parte della moto, una 125 Keeway, che da via III Traversa si è immessa in viale 2 giugno. Qui, poco prima delle 22, stava viaggiando in direzione Ravenna il Suv, uno Hyundai Santa Fe, condotto dalla 31enne. Inevitabile lo schianto che è stato particolarmente violento e ha fatto sbalzare Leonardo Mancuso e la ragazza che viaggiava con lui sulla moto ad alcuni metri di distanza. Immediatamente è stato allertato il 118 arrivato con due ambulanze e due auto con il medico rianimatore a bordo. Purtroppo per Leonardo, che avrebbe compiuto 18 anni a giugno, non c’è stato nulla da fare, mentre la ragazza che viaggiava con lui è stata operata d’urgenza all’ospedale ‘Bufalini’ dove è stata trasportata in ambulanza. I genitori della giovane, informati dell’accaduto, intorno alle 23 di sabato si sono precipitati sul luogo dell’incidente, increduli e affranti.

La 31enne alla guida del Suv è stata portata al ‘Santa Maria delle Croci’ di Ravenna in stato di choc. Ora toccherà agli agenti dalla Polizia locale di Cervia-Milano Marittima, coordinati dal pm Ciriello, fare luce sulle cause dello schianto e le eventuali responsabilità.

Milena Montefiori