Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 apr 2022

Tre percorsi ‘colorati’ tutti da esplorare

Un’originale offerta di. Castrocaro e Terra del Sole. per bikers e trekking

26 apr 2022

Nel Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole sono proposti tre percorsi alla scoperta di un territorio prodigo di bellezze storiche e paesaggistiche. L’Itinerario Ciano si sviluppa per circa 9 km ad anello su strada quasi totalmente asfaltata. Un viaggio che parte dal cuore di Castrocaro, di fronte al Grand Hotel, e procede verso via Sorgenti per salire verso il colle di Bagnolo in mezzo a una natura incontaminata, ricca di variegata flora e fauna. L’approdo finale è Rio Cozzi, sito di interesse naturalistico e geologico, disseminato di pietre fossili, antiche conchiglie marine e, per la gioia degli appassionati di arrampicata, di grotte e anfratti. Lungo il cammino l’antica pieve romanica di Santa Reparata, la chiesa matrice della vallata.

Più impegnativo l’Itinerario Magenta, di poco più di 13 chilometri. Il via a Terra del Sole, dal salotto rinascimentale di piazza d’Armi su cui si affacciano edifici monumentali quali il Palazzo pretorio e la chiesa di Santa Reparata. Risalito il borgo fiorentino e lasciate alle spalle le mura medicee si imbocca via biondina verso Rio Cozzi e Converselle fino al castello di Monte Poggiolo, primo fortilizio fiorentino risalente al 1471, da cui ci si può perdere in un panorama mozzafiato. Un percorso che è anche un’escursione a ritroso nel tempo, con tappe che vanno dagli albori dell’umanità al Rinascimento.

Si sviluppa su strada sterrata per circa 9 chilometri l’Itinerario Arancione. Si parte dalla frazione di Pieve Salutare, sulla strada Ss67 tra Castrocaro e Dovadola, verso l’eremo di Montepaolo, tra il 1221 e il 1222 rifugio di Sant’Antonio da Padova. Tratto che si sovrappone al celebre cammino di Assisi. Salendo di quota attraverso via Bagnolo e il crinale dei calanchi si attraversa la frazione di Virano tra aree boschive, casolari sparsi e terreni coltivati, prima del rientro al punto di partenza.

Francesca Miccoli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?