Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Turchi, giovani e green per la fascia tricolore

Il candidato sindaco di Noi di Castrocaro ha presentato il suo programma in vista delle elezioni: "Parola d’ordine ripopoliamo il paese"

francesca miccoli
Cronaca

di Francesca Miccoli

"Un sindaco deve essere sincero, in grado di assumersi responsabilità e prendere decisioni, in maniera libera, senza farsi tirare i fili dai partiti". I toni netti dell’antipolitica e il piglio deciso dell’imprenditore – cittadino del mondo hanno caratterizzato e ‘colorato’ la presentazione del programma elettorale di Filippo Turchi, candidato sindaco della lista civica Noi di Castrocaro, sostenuto da Io Apro Rinascimento, movimento di Vittorio Sgarbi. 72 minuti scanditi da idee e anche qualche frecciata agli avversari politici. L’imperativo per la Castrocaro del futuro è ‘popoliamo il paese’.

"A partire – l’esordio dell’ex calciatore – da giovani e imprenditori. Con lo stesso denaro utilizzato per la palestra, quasi 2 milioni di euro, acquisteremo come Comune o attraverso una partnership con il privato il Piccolo Hotel, albergo dismesso, per trasformarlo in un ostello per universitari, portando a vivere in paese 120-150 ragazzi". Calamite per chi abita fuori potrebbero essere una linea di trasporto pubblico che unisca Castrocaro a Faenza e corse serali da e per Forlì.

Altro cardine del Turchi-pensiero, lo sviluppo delle attività produttive attraverso un nuovo modo di fare impresa. "Realizzeremo nell’area di via Biondina la new company valley, il primo polo di imprenditoria giovanile dell’Emilia-Romagna: protagonisti ragazzi che operino in settori innovativi, ad esempio energie rinnovabili, e-commerce, green economy, sviluppo di app, e condividano immobile e servizi a prezzi contenuti". Previste inoltre la riduzione delle rendite catastali per gli operatori economici e la trasformazione dell’Agorà, "oggi Bronx del paese, in un sistema abitativo su modello scandinavo".

In agenda anche l’apertura dello sportello del buon vivere per risolvere criticità segnalate dai cittadini, sulla falsariga del ministero istituito negli Emirati Arabi, con cui il Turchi imprenditore vanta rapporti consolidati e "con cui si possono creare legami a livello turistico ed economico". Capitolo politiche giovanili: "Acquisteremo il Pigalle parc per realizzare al suo interno piscina comunale, cinema e teatro estivo, un drive in e un’area camper per cicloturisti. Valorizzeremo il parco fluviale con un chiosco, service per concerti, rete wi-fi, collegamenti con Forlì e Acquacheta". Castrocaro dovrà essere città della musica e dello sport.

"Sgarbi ci garantisce Morgan come direttore artistico del Festival. Le selezioni del concorso dovranno svolgersi in paese e nel viale saranno allestiti pannelli luminosi con pubblicità e videoclip". Svolta per il palio di Terra del Sole, che dovrà coinvolgere Castrocaro e tutto il territorio, chiamato "a vestirsi d’antico per più giorni". Tra gli altri progetti un parcheggio dietro la pesa, fontane danzanti in piazza Martelli, una commissione di vigilanza sugli appalti. Non sarà la Gs Sport a realizzare i pianificati campo da calcio in erba sintetica e la copertura del polo Battanini. Questi i nomi di 10 candidati in lista: Bruno Benericetti, Valentina Costa, Gloria Melli, Riccardo Merendi, Giovanni Mussolini, Luigi Pretolani, Matteo Rinaldi, Massimiliano Rossiello, Serena Ruscelli, Alessandra Savoia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?