Il padre ha sparato alla figlia nel garage (foto Fantini)
Il padre ha sparato alla figlia nel garage (foto Fantini)

Meldola (Forlì), 12 aprile 2018 – Le ha sparato un proiettile alla testa, uccidendola sul colpo. Poi ha rivolto la pistola (per la quale aveva regolare porto d'armi) con di sé. Così è morta Elisa Giacchini, 45 anni e gravemente disabile dalla nascita. Ad armare la pistola è stata la mano del padre, Francesco Giacchini, operaio in pensione di 73 anni  (FOTO).

Alla tragedia, avvenuta nel garage di casa, in un condominio in via Meldola Fratta vicino al parcheggio del cimitero di Meldola, ha assistito la mamma della ragazza, che aveva appena incrociato l'uomo chiedendo notizie della figlia. Elisa era già morta a terra, mentre l'uomo, dopo aver risposto alla moglie, si è sparato. Il pensionato è ora ricoverato al Bufalini di Cesena in condizioni disperate.

Come ogni mattina, il padre era sceso insieme alla figlia cerebrolesa nel cortile del palazzo per attendere l'arrivo del pulmino del Centro socio-riabilitativo Nostra Signora di Fatima - che si trova nell'ex seminario - dove la figlia malata veniva assistita assieme ad altri portatori di gravi handicap. La tragedia è avvenuta nel garage della palazzina: gli operatori hanno trovato i due corpi esanimi in un lago di sangue.

image

Sul posto sono intervenute due ambulanze e l’elicottero del 118, che ha portato il padre (73 anni) all’ospedale Bufalini di Cesena. L’indagine è in mano ai carabinieri: sul posto anche il comandante Luca Politi e il pm Federica Messina. Stando ai primi riscontri, l’arma era regolarmente detenuta (VIDEO).

Sono ancora da chiarire la cause della tragedia. All'origine del tragico gesto ci potrebbe essere l'angoscia di cosa ne sarebbe stato di quella figlia una volta scomparsi i genitori. La madre, sotto choc, sarà sentita dagli investigatori appena sarà in grado di parlare.