Due tirocinanti a Forlì (foto Frasca)
Due tirocinanti a Forlì (foto Frasca)

Forlì, 10 agosto 2019 - Entro l’anno si saprà se arriverà a Forlì la facoltà di Medicina. La bozza del progetto di decentramento in Romagna è pronta, la commissione tecnica dell’Università di Bologna ha già visitato sia il Campus che l’Ospedale Morgagni-Pierantoni, in città si è diffuso un certo ottimismo.

Ma il percorso, per quanto avanzato, non sembra liscio dal punto di vista politico. Per ora sembra che Forlì e Ravenna partiranno con 100 studenti ciascuno. Per quanto riguarda la città di Saffi, l’idea è di cominciare con i primi due anni del corso di laurea al Campus di viale Corridoni e progressivamente aggiungere i successivi (la facoltà dura 6 anni), che comporteranno anche un utilizzo del polo ospedaliero da parte di docenti e studenti. Per questo scopo, si pensa di allestire dei locali situati in un edificio sul retro del padiglione Valsalva, nel complesso ospedaliero.

Dice il prof. Giorgio Ercolani, professore di Chirurgia Generale presso l’Università di Bologna e direttore di Chirurgia e Terapie oncologiche avanzate all’ospedale Morgagni-Pierantoni: «Questo è il treno da cogliere al volo. Se si perde, non capiteranno altre occasioni per molto tempo».