Muri e manifesti imbrattati
Muri e manifesti imbrattati

Forlì, 1° settembre 2018 – Nella notte alcuni vandali hanno imbrattato l’esterno della festa dell’Unità di Vecchiazzano inneggiando alla Lega e a Matteo Salvini. Con la bomboletta, hanno disegnato la faccia e la barba del leader leghista su un muro e su un poster. L’assessore Raoul Mosconi, del Pd, ha annunciato che il fatto sarà denunciato ai carabinieri: «Chiediamo rispetto per i volontari e le tante persone democratiche che mandano avanti le nostre comunità». La sensazione, dice, è che gli autori siano «persone del posto, ragazzi»: «Inneggiano alla Lega, l’espressione più becera di mancanza di rispetto dei diritti delle persone».

Anche la Lega, con una nota del capogruppo in consiglio comunale Daniele Mezzacapo, ha preso duramente posizione contro i vandali: «Prendiamo categoricamente le distanze da questa azione. Un gesto ignobile che non appartiene a chi è veramente della Lega. Esprimo solidarietà al Pd e ai suoi volontari colpiti durante uno dei loro momenti più importanti di socialità. Chi ha usato il nostro nome o la nostra immagine ha compiuto un gesto sconsiderato che condanniamo al pari del Pd. E' stato impropriamente usato il nostro nome e per questo ci tuteleremo in ogni sede. Atti meschini come questo rendono ancora più forte il nostro impegno quotidiano per la legalità».