Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

"Via Bertini caos, controlli su smog e rumore"

Confcommercio: "Il Comune si attivi con Ausl e Arpae". Il nodo dei numerosi supermercati: "Così si possono bloccare quelli nuovi"

luca bertaccini
Cronaca

di Luca Bertaccini

Confcommercio chiede alle istituzioni di sollecitare gli organi competenti a controllare la salubrità dell’aria nella zona di via Bertini.

Alberto Zattini, direttore di Ascom, com’è la situazione in questa fetta di città?

"Ci sono grandissimi problemi di viabilità. Via Bertini, una delle strade principali di Forlì, il cui utilizzo doveva essere mitigato dalla tangenziale, è tornata alla situazione di 25 anni fa".

Dal punto di vista di traffico congestionato?

"Quello e, di conseguenza, dal punto di vista della qualità dell’aria".

Ci sono riscontri numerici a supporto di quello che dice?

"No. Abbiamo riscontri dettati dall’esperienza di tutti i giorni. Per questo chiediamo all’amministrazione comunale di sollecitare i controlli di chi è deputato a farli, come Ausl e Arpae, così da toglierci ogni dubbio".

Quanti sono i supermercati in questa zona?

"Francamente ho perso il conto. Ne è stato inaugurato di recente uno, a marchio MD".

L’amministrazione non può certo bloccare le iniziative imprenditoriali.

"Attenzione. Al Comune noi chiediamo di valutare le legittime richieste presentate dal mondo delle imprese, e dall’altro di tenere conto delle problematiche ambientali. Dico questo perché l’amministrazione ha la possibilità di bloccare questi insediamenti: non può dire ’ci sono troppi supermercati, ora basta’, ma può tenere conto della situazione ambientale. Quando nuovi insediamenti vanno a impattare negativamente sulla salute pubblica, l’amministrazione può limitarli. Aggiungo che non capisco il significato della nuova rotonda su via Bertini costruita dopo il ponte della ferrovia: quale è il suo scopo? Rallentare le automobili? In quel punto?".

Gli ambientalisti potrebbero obiettare: proprio ora Ascom scopre queste tematiche?

"Siamo sempre stati ambientalisti. Alle associazioni ambientaliste ribadiamo quanto da tempo detto in questi anni, cioè che il centro storico è una zona dove il livello di inquinamento è più basso che altrove, visto che è poco trafficato. Altre zone di Forlì, vedi quella di via Bertini via via fino all’autostrada – e non dimentichiamoci della presenza di due inceneritori in città –, versano in condizioni ben diverse".

Visto che chiama in causa il municipio, è finita la luna di miele con l’amministrazione Zattini?

"No. Al sindaco abbiamo sempre riconosciuto dinamismo e capacità di portare avanti i progetti. Ciò che diciamo lo abbiamo fatto presente all’amministrazione comunale in incontri avuti in passato. Siamo d’accordo che lo sviluppo commerciale della città è frutto della delibera approvata nel 2017 dal consiglio comunale a maggioranza di centrosinistra. Ora però, tutelando la salute del cittadino, il Comune può limitare gli insediamenti commerciali".

Sono in arrivo altri supermercati in via Bertini?

"Ci sono cantieri ovunque. Io vedo una città spaccata. A nord della via Emilia si costruisce senza sosta, nel resto di Forlì molto meno. Ne consegue che dove si moltiplicano gli insediamenti peggiora la qualità dell’aria. Per toglierci ogni dubbio, serve solo una cosa: controlli sull’aria e sull’impatto acustico".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?