Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Zattini: "Così Fieravicola cresce Giusta l’intesa con Rimini"

Il sindaco in visita tra gli stand della nuova collocazione: difende il trasloco da Forlì e rivendica la scelta. "Vince chi sa accantonare i campanilismi e ha obiettivi comuni"

maddalena de franchis
Cronaca

di Maddalena de Franchis

"Una destinazione consona per la nostra Fieravicola e la conferma che soltanto il gioco di squadra può valorizzare il nostro territorio: ciò vale soprattutto in uno scenario come quello attuale, condizionato da eventi internazionali di difficile previsione". Promuove con entusiasmo la scelta dell’Expo center di Rimini come nuova cornice di Fieravicola il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, avvistato tra gli stand della manifestazione. Tanto che definisce comunque "nostra" la kermesse del settore avicolo, di cui Forlì è un’indiscussa capitale italiana, nonostante il trasferimento.

Oltre a intrattenersi con i numerosi operatori del territorio presenti all’appuntamento (non potevano mancare, tra gli altri, il gruppo Amadori, Martini, Guidi e il colosso imolese Eurovo), Zattini ha partecipato ad alcuni degli incontri programmati per approfondire i temi chiave del settore avicolo e le profonde sfide che lo attendono: "Quando parliamo di ‘fattore R’, R come Romagna – ha poi chiarito il primo cittadino –, intendiamo proprio questo: istituzioni, imprese e associazioni che si uniscono e fanno rete per perseguire interessi comuni, anziché difendere a oltranza i propri campanili. È la lezione della pandemia: vince chi è capace di accantonare per sempre i particolarismi e darsi un obiettivo comune. Il rapporto con Italian exhbition group e con il presidente Lorenzo Cagnoni è ottimo: l’auspicio è che questa sinergia tra Macfrut e Fieravicola prosegua anche negli anni a venire". Su Facebook ha rincarato la dose: "A volte, per far crescere qualcuno o qualcosa, bisogna saperlo lasciare andare dimostrando coraggio e lungimiranza. È il caso della Fieravicola".

Era l’autunno del 2019 quando lo stesso presidente di Ieg annunciò l’acquisizione di Fieravicola, che avrebbe così lasciato la sede storica – la fiera di Forlì – per approdare al quartiere fieristico riminese, a partire dal 2021. In quell’occasione si optò anche per la cadenza annuale (non più biennale) e per la concomitanza con Macfrut, la rassegna internazionale del comparto ortofrutticolo che Cesena Fiera aveva trasferito a Rimini cinque anni prima. "Nella nuova location", aveva detto Cagnoni, "la manifestazione avicola potrà contare su un hub fieristico moderno, funzionale e dotato di una stazione ferroviaria interna sulla linea Milano-Bari".

L’obiettivo dichiarato dagli organizzatori, ora, è trasformare Fieravicola in un evento di punta per tutti i protagonisti della filiera avicola italiana e internazionale. E promuovere, ancora una volta, strategie condivise per far fronte ai problemi più urgenti. Tra questi, spiccano i rincari dei costi di produzione e le esigenze di sostenibilità economica e ambientale degli allevamenti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?