Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
11 giu 2022

Zattini e Mezzacapo, contrattacco sui vigili

Il sindaco: "Polemica sterile e livorosa, opposizione senza contenuti". Il suo vice: "Frasi stravolte, mi tutelerò in tutte le sedi civili e penali"

11 giu 2022
Daniele Mezzacapo e Gian Luca Zattini sui banchi della giunta
Daniele Mezzacapo e Gian Luca Zattini sui banchi della giunta
Daniele Mezzacapo e Gian Luca Zattini sui banchi della giunta
Daniele Mezzacapo e Gian Luca Zattini sui banchi della giunta
Daniele Mezzacapo e Gian Luca Zattini sui banchi della giunta
Daniele Mezzacapo e Gian Luca Zattini sui banchi della giunta

Botta e risposta tra alcuni partiti di minoranza – Pd, Forlì e Co. e Italia Viva – e l’amministrazione comunale. I primi hanno criticato la gestione della polizia locale da parte della giunta Zattini, ribadendo la contrarietà all’utilizzo di bastoni estensibili per applicare trattamenti sanitari obbligatori (la strumentazione, comunque, non verrà nemmeno acquistata). Alle dichiarazioni di Pd e alleati apparse ieri sulla stampa, replica il sindaco Zattini, definendo il tutto "un attacco indecoroso e privo di fondamento".

Secondo il primo cittadino, sarebbe un attacco rivolto sia all’amministrazione comunale che a Michele Pini, dirigente comunale che fino al 31 dicembre sarà il comandante della polizia locale. "Dopo l’uscita dall’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, il Comune di Forlì si è prodigato e si prodiga ogni giorno per il miglioramento delle condizioni lavorative degli uomini e delle donne della polizia locale e per l’implementazione delle risorse economiche ad essa destinate". In questo quadro, secondo il sindaco, Pini "svolge un ruolo fondamentale", in collaborazione "con il vicecomandante Andrea Gualtieri". In questo modo è stato "è stata assicurata una transizione efficace e positiva al nuovo assetto, anche grazie alla professionalità e alle competenze del Servizio Contrattualistica a cui lo stesso Pini è preposto".

L’amministrazione, tuona Zattini, "prende le più nette distanze da coloro che, per il puro gusto di apparire e contestare per partito preso, tentano di delegittimare l’operato dei nostri agenti, mettendone in cattiva luce lo spirito di servizio e le competenze. Si tratta di un approccio che non ci appartiene, figlio di una politica strumentale e priva di contenuti. Ogni altra considerazione dei gruppi Pd, Forlì e Co. e Italia Viva, anche in merito alla molteplicità dei ruoli rivestiti dall’avvocato Pini, è il frutto di una polemica ostinata, sterile e a tratti livorosa intesa a ledere l’operato di questa amministrazione e dei suoi funzionari".

Anche il vicesindaco Daniele Mezzacapo, sulla sua pagina Facebook, risponde al centrosinistra, che avrebbe avviato un’azione "volta a ledere il mio onore e la mia credibilità, infamandomi e screditando la mia immagine pubblica e politica al fine di condizionarmi nella mia azione amministrativa e con l’intento di creare un giudizio dispregiativo dell’opinione pubblica nei miei confronti. Questa è la politica forlivese di sinistra che si candidava ad amministrare per altri 5 anni la nostra Città, quella che strumentalizza le mie dichiarazioni stravolgendone il contenuto". Il vicesindaco ricorda quanto dichiarato in commissione consiliare, dove "ho precisato che il bastone estensibile è uno strumento di difesa e non di offesa o repressione violenta ed è finalizzato unicamente a tutelare l’agente di polizia locale". Ora, "se la politica di centrosinistra è questa, ovvero quella atta ad infangare la mia persona, come hanno fatto i consiglieri di minoranza durante una conferenza stampa, non posso fare altro che procedere in tutte le sedi civili e penali per difendere la mia persona, il mio onore e la mia credibilità".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?