Zattini sindaco di Forlì tra gli applausi (Foto Frasca)
Zattini sindaco di Forlì tra gli applausi (Foto Frasca)

Forlì, 10 giugno 2019 – Il centrodestra ottiene una vittoria storica e conquista, per la prima volta nella sua storia, il Comune di Forlì. Gian Luca Zattini, appoggiato da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Popolo della Famiglia e lista civica Forlì Cambia ha vinto il ballottaggio contro il candidato del centro sinistra Giorgio Calderoni: 53,1% contro 46,9%.

I risultati dei ballottaggi

"Non mi rendo conto di quello che ho fatto. Un miracolo? Ora non lo so davvero, domani saprò rispondere", racconta Zattini mentre ‘scortato’ dai suoi va in municipio attraversando piazza Saffi. Il medico odontoiatra, 64 anni, per due mandati sindaco a Meldola, nel Forlivese, entra di diritto nella storia di Forlì.

Lo certificano anche le parole del sottosegretario leghista Jacopo Morrone: "Abbiamo vinto perché ci abbiamo messo il cuore, senza mai mollare". Attorno a loro è il delirio. "Io questa sera muoio", dice un’elettrice quando lo spoglio, seppur favorevole a Zattini, è ancora in corso. "Questa è una roba grande, è stato un crescendo", racconta il neo sindaco, visibilmente commosso. "Adesso sono il sindaco di tutti. Di chi mi ha votato e di chi non mi ha votato". 

Piazza Saffi si riempie di persone, cominciamo i caroselli come dopo la vittoria di uno scudetto. "Sono 60 anni che aspetto", urla un uomo che attraversa di corsa la piazza. La notte, detto come va detto, per un centro destra che è sempre stato all’opposizione, resterà nella storia.  

Era stato Zattini, sindaco uscente del Comune di Meldola, a imporsi anche al primo turno, con il 45,8% (i voti sono stati 27.905), contro il 37,2% (22.676 voti) di Calderoni.

Il 21 giugno 2009 è la data del primo e finora unico ballottaggio della storia del Comune di Forlì: assegnò la vittoria a Roberto Balzani, che col 55% prevalse su Alessandro Rondoni (45%). 

Ballottaggio Forlì 2019, i risultati