Forlì, 14 luglio 2018 – Non sarà Marco Di Maio a correre come candidato sindaco per il Pd, dopo che l’attuale primo cittadino Davide Drei ha annunciato che nel 2019 non si presenterà per il secondo mandato. Dunque, non si candida a sindaco il nome più atteso. L’annuncio – che per il partito è il secondo in pochi giorni – è avvenuto alla festa dell’Unità di Ca’ Ossi, in via Ribolle, dove il deputato era affiancato dall’ex ministro Maria Elena Boschi.

«Sarebbe un onore e sarei ipocrita se negassi di averci pensato», ha detto Di Maio. Salvo poi chiudere completamente ogni possibilità: «Non ho scelto io, ma chi mi ha votato eleggendomi deputato in un collegio uninominale». E ancora: «Non mi è mai piaciuto chi passa da una poltrona all’altra. Se divento così fermatemi».

Quel che è certo è che, proprio in virtù della rielezione del 4 marzo, Di Maio era probabilmente il nome più forte che il Pd potesse mettere in campo nella successione a Drei. Adesso la partita delle amministrative 2019 è ancora più aperta.