Forlì,1 dicembre 2018 - Il centrodestra a Forlì ha ufficializzato la candidatura a sindaco di Gian Luca Zattini, attuale primo cittadino di Meldola. Zattini, 63 anni, medico chirurgo odontoiatra, è sostenuto da una coalizione composta da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Nuovo Psi, Noi Forlivesi, Udc e Repubblicani.

«Questa candidatura è un riconoscimento alla mia esperienza e a quanto abbiamo fatto, in questi quasi dieci anni, a Meldola», ha detto Zattini in conferenza stampa. In maggio ha ricevuto una telefonata esplorativa da parte del deputato e sottosegretario alla Giustizia della Lega, Jacopo Morrone. «Gli ho detto: parliamone. Poi ho accettato con entusiasmo».

Del programma si discuterà più avanti, in attesa anche di presentare Zattini nel corso di un incontro pubblico che si terrà il 22 dicembre. «A Zattini abbiamo chiesto di far diventare Forlì la città più sicura d’Italia», dichiara Morrone, rilanciando la necessità di ridurre «furti, aggressioni, incidentalità stradale, spaccio di droga». In caso di vittoria della giunta Zattini – stando alla narrazione ufficiale – faranno parte il sindaco di Rocca San Casciano Rosaria Tassinari e Daniele Mezzacapo (leghista) come vice sindaco. «A Zattini noi chiediamo continuità con l’attività amministrativa svolta in questi anni a Meldola», ragiona il commissario provinciale di Forza Italia, Luca Bartolini. «Corro per vincere», assicura Zattini. Inizia, insomma, la campagna elettorale.