Matteo Renzi e Marco Di Maio, entrambi lasciano il Pd (foto Frasca)
Matteo Renzi e Marco Di Maio, entrambi lasciano il Pd (foto Frasca)

Forlì, 17 settembre 2019 - Il parlamentare Marco Di Maio ha deciso di seguire Matteo Renzi e di uscire dal Partito Democratico. Il deputato forlivese ha spiegato le sue motivazioni con un post su Facebook. La nuova formazione renziana (il nome al momento non è stato ancora reso noto) è un «cantiere», a cui, scrive Di Maio, «lavorerò, nella società e in Parlamento, in una prima fase assieme a Matteo Renzi e ad altri colleghi deputati e senatori, e poi in maniera ampia e diffusa nella società e sui territori».

Leggi anche La vocazione di Matteo Renzi, erede di Berlusconi - Zingaretti e Delrio: "Un errore"

Chi seguirà Di Maio in questa avventura? Per saperlo bisognerà attendere la Leopolda, quando è presumibile che altri amministratori usciranno allo scoperto. «Il nostro progetto – continua – si propone di allargare il campo delle forze democratiche, liberali e repubblicane attive nel nostro Paese. Provando a farlo con forme nuove, parole diverse, toni civili ma radicali. Una decisione che non mette in discussione il sostegno al governo, anzi punta a rafforzarlo; e che non mette in discussione la mia appartenenza al centrosinistra, così come l’impegno totale per il mio territorio». Non c’è animosità, nelle parole del deputato. «A ciascuno dico che per me l’avversario da battere rimarrà, in ogni caso e come sempre, dall’altra parte del campo. Per sconfiggerlo abbiamo bisogno tutti di poter lavorare con la libertà di chi non deve passare il tempo a guardarsi le spalle in casa propria, ma concentrarsi totalmente sull’obiettivo».