Orobosa Monday
Orobosa Monday

Forlimpopoli (Forlì), 24 novembre 2018 - La partita di pallacanestro tra Baskérs Forlimpopoli e Scuola Basket Ferrara, di serie D, verrà ricordata non per il risultato e gli aspetti sportivi, ma per un presunto episodio di razzismo attribuito a un arbitro della provincia di Bologna. A raccontarlo è stato ieri, sulla pagina Facebook dei Baskérs, il presidente della squadra artusiana Cristhofer Gardelli.

«Al termine di un’azione, Orobosa Monday – ovvero, l’ala ventenne nigeriana dei Baskérs – si è avvicinato all’arbitro per chiedere spiegazioni di quanto fischiato e in maniera totalmente inoffensiva gli ha toccato il braccio, e qui il fatto.... «metti giù quelle mani di m....., ne..o.» ‘ All’udire di quella frase è scoppiato in lacrime andando verso il tavolo dov’era presente l’ufficiale di campo, per riportare quanto successo».

 «Non riusciva a dire niente, si è contraddetto, arrampicandosi sugli specchi, mentre Oro gli diceva ‘ripeti ora quella frase, se hai coraggio’. Alla fine ha detto che avrebbe lasciato una mail così da chiarirsi nei prossimi giorni». Gardelli anche ieri ha parlato col suo giocatore, trovandolo «triste, amareggiato e abbattuto per quanto accaduto». Per Gardelli, anche lui di colore (è di origini dominicane), «è il primo episodio di razzismo che mi capita nella mia vita cestistica».

I Baskers Forlimpopoli riprendono ogni loro partita: ora esamineranno il video della gara per capire se l’episodio incriminato è stato registrato. Per la cronaca, la gara del campionato di serie D, giocata venerdì sera al Pala Picci di Forlimpopoli, è stata vinta dai ferraresi 70-74). Il presidente regionale della federazione Stefano Tedeschi ha chiesto alla Procura federale di aprire indagini per fare luce su ciò che è realmente accaduto sul campo.