Molto negativa la prestazione dell’ex ravennate Jacopo Giachetti (foto Frasca)
Molto negativa la prestazione dell’ex ravennate Jacopo Giachetti (foto Frasca)

Ravenna, 3 novembre 2018 – L’Unieuro esce sconfitta 78-75 nel derby del PalaDeAndrè, in una partita giocata a strappi che una brutta Forlì sembrava però riuscire a portare a casa.

Ravenna, reduce da un -39 a Udine, è partita più contratta e Forlì ne ha approfittato: mani subito calde, ed ecco che due missili del grande ex Jacopo Giachetti hanno portato i biancorossi sul +8 (14-22). Ma per il play è stato l’inizio delle fine: un gesto rivolto al pubblico ha acceso il tifo ravennate e da lì in poi il regista ha accumulato errori e gravi palle perse. Il momento della riscossa l’ha colto l’OraSì con un parziale di 14-0 che ha firmato il +6 per i padroni di casa (28-22). Una Forlì molle in difesa (Lawson non pervenuto) e ferma in attacco è riuscita a limitare i danni sul -4 a metà partita.

Nel terzo quarto si è svegliato Marini: 8 punti quasi consecutivi firmano il 4-12 di parziale col quale Forlì torna avanti (47-48). Il break si allunga perché adesso i biancorossi difendono e toccano addirittura il +8 (52-60).

Ravenna ovviamente non ci sta e si aggrappa a Laganà: 7 punti consecutivi e -2 (62-64). Ma Valli ha tantissimo da Oxilia, 8 punti nell’ultimo quarto, 12 negli ultimi 12 minuti, 16 totali: è lui che cattura il rimbalzo d’attacco che vale un +7 a 3 minuti dalla fine (64-71).

La partita, però, cambia ancora padrone con due palle perse consecutive di Giachetti: la più grave sul +3 a -2'30", scippato mentre va a ricevere una rimessa sotto il suo stesso canestro. Smith si sveglia e riporta Ravenna avanti. Johnson per due volte fallisce il tiro dalla media per la vittoria, vana l’ultima conclusione di Lawson.

Per Forlì è la seconda sconfitta consecutiva dopo le quattro vittorie iniziali: già oggi potrebbe non essere più sola al terzo posto. Domenica 11 novembre al Palafiera arriverà la Baskery Piacenza per una partita da non fallire. 

Marco Bilancioni