La festa biancorossa nel finale (foto Frasca)
La festa biancorossa nel finale (foto Frasca)

Forlì, 21 ottobre 2018 – Cala il tris l’Unieuro che, grazie ad un primo quarto brillante e a una ripresa solida, batte nettamente la Termoforgia Jesi: 82-66 il finale di una gara ben giocata dagli uomini di Valli, nonostante la pesante assenza di Daniel Donzelli. L’avvio è tutto di marca biancorossa: dopo lo 0-2 firmato da Jones, Forlì piazza un break di 14-0 propiziato da una grandinata di bombe sull’asse Johnson-Marini, con la straordinaria partecipazione di De Laurentiis (14-2 al 3’). L’Unieuro gira che è uno spettacolo, vola fino sul 20-6, poi pian piano Jesi si mette in moto, riportandosi fino sul -3 con la transizione di Dillard (22-19).

Nel secondo quarto, la Termoforgia prova a rimettere in discussione la partita: un positivo Baldasso accende l’attacco marchigiano, approfittando di una delle pause di Forlì che, comunque, resta sempre avanti, grazie anche alla concretezza dell’ex di turno Marini. Qualche pastrocchio nel finale regala a Jesi punti importanti: all’intervallo, il tabellone recita 38-35.

Dopo la pausa lunga, occorre attendere poco tempo prima che Dillard, dall’arco, segni il pari a quota 42; poi tocca a Baldasso, ancora con una conclusione pesante, firmare il sorpasso sul 44-45 del 24’. Nel peggior momento dei forlivesi, però, la difesa stringe i bulloni e con il duo Bonacini-De Laurentiis firma un parziale che regala una preziosa boccata d’aria al Palafiera (54-47 al 27’). Nell’ultimo quarto, si decide definitivamente la partita: Jesi scompare progressivamente dal campo grazie alla pressione difensiva dei forlivesi che, con il duo De Laurentiis-Oxilia, scavano il solco definitivo volando fino sul 76-58 del 37’.

Forlì resta prima in classifica a quota 6: con lei Montegranaro che ha espugnato Udine e sarà al Palafiera domenica prossima, e la Fortitudo che ha vinto il big match di Treviso. Mercoledì 24 ottobre turno infrasettimanale a Roseto: la Fortitudo ospiterà Udine, Montegranaro invece Ferrara.