Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Bruttini e Rush risolvono il match sotto canestro

Grande solidità e alte percentuali da due punti. Soffre Lucas, Giachetti fa valere l’esperienza nel finale

Davide Bruttini a centro area
Davide Bruttini a centro area
Davide Bruttini a centro area

Rush 7,5. Come spesso gli accade è invisibilmente decisivo; va vicino alla doppia doppia (16+8 rimbalzi) in una prova di didascalica solidità. Sfrutta bene i vantaggi fisici vicino a canestro (77 da due), fa tanto lavoro in difesa e per almeno tre quarti è il motore della squadra, prima di calare leggermente alla distanza.

Giachetti 6,5. Per larghi tratti del match non sembra incidere particolarmente, ma la sua esperienza e la consistenza nel finale fanno la differenza. Suo il canestro dell’82-79, sua la gestione della palla nei momenti più caldi del match.

Natali 7. Negli ultimi 4’ minuti della partita nobilita una prestazione fin lì apparentemente ai margini, ma di grande consistenza numerica (4 assist, 17 di valutazione alla fine). Una difesa preziosa nel momento più difficile, i tiri liberi sul fallo subito da Wiggs, ma soprattutto la tripla fondamentale valgono oro nella vittoria.

Bolpin 6. Atteggiamento e lavoro sporco (5 rimbalzi) compensano abbondantemente una serata poco brillante al tiro (310 dal campo) e densa di sbavature difensive.

Bandini sv.

Lucas 6. Sufficienza stiracchiata per l’americano forlivese che fatica terribilmente a trovare la via del canestro (413 al tiro) e soffre nella metà campo difensiva. Nel complesso, però, crea per gli altri (3 assist) e resta lucido nel finale, quando realizza il canestro della staffa.

Benvenuti 6. Parte bene, facendo buone cose sia in difesa contro Childs che in attacco, dove chiude bene con diverse situazioni. Col passare dei minuti si perde un po’, tra qualche imprecisione e qualche fallo di troppo.

Bruttini 8. Il suo passo dinoccolato e malfermo in campo potrebbe ingannare l’occhio meno attento. Invece si abbatte con furia contro i pari ruolo avversari, con un repertorio fatto di giochi in post, ricezioni in movimento e canestri di grande tecnica. Chiude con 11 punti e 8 rimbalzi di platino, ergendosi a punto di riferimento nei momenti chiave della gara.

Pullazi 4,5. Prestazione ampiamente insufficiente per il lungo albanese che, sin dall’avvio, commette errori banali su entrambi i lati del campo, finendo poi per commettere una serie di falli che lo inchiodano ulteriormente alla panchina. Gara da dimenticare.

Valerio Rustignoli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?