Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
21 mag 2022

"Castrocaro salvo, almeno fuori dal campo"

Retrocessi (con soli 3 punti) in Prima Categoria. Il dirigente Acquaviva: "Abbiamo evitato l’azzeramento delle nostre giovanili"

21 mag 2022
Giovanni Acquaviva, dirigente di lungo corso, si occuperà solo dei giovani
Giovanni Acquaviva, dirigente di lungo corso, si occuperà solo dei giovani
Giovanni Acquaviva, dirigente di lungo corso, si occuperà solo dei giovani
Giovanni Acquaviva, dirigente di lungo corso, si occuperà solo dei giovani
Giovanni Acquaviva, dirigente di lungo corso, si occuperà solo dei giovani
Giovanni Acquaviva, dirigente di lungo corso, si occuperà solo dei giovani

Continuare, dopo un’annata difficile, ma con la determinazione di non mollare. Giovanni Acquaviva, appassionato dirigente responsabile del settore giovanile del Castrocaro Calcio non si nasconde. Com’è noto la società termale ha concluso da un paio di settimane la stagione che ha visto la squadra chiudere mestamente all’ultimo posto nel campionato di Promozione con soli tre punti e la conseguente retrocessione in Prima Categoria. "Spesso è meglio perdersi in un viaggio impossibile che non partire mai – si difende –. All’inizio della stagione eravamo consapevoli che disputare il campionato, in pratica a costo zero, sarebbe stato difficilissimo e così è stato. L’obiettivo della società era quello di non ritrovarsi in Terza Categoria e, soprattutto, quello di evitare l’azzeramento della vitale attività del settore giovanile. Una missione che abbiamo portato avanti continuando a disputare diversi campionati con un centinaio di ragazzi in campo ogni settimana".

Acquaviva ha portato avanti il progetto, non semplice, assieme a Mattia e Franco Zuccherelli e a Paolo Tassinari. E non si nasconde: "Di certo qualche errore lo avremo commesso. Ad esempio uno è stato quello di non seguire alcuni consigli di un dirigente della società di lungo corso come Pino Liverani, per tutti ‘Varachina’, ma abbiamo fatto il possibile per mandare avanti la società mettendoci sempre la faccia". La stagione 2021-22 della prima squadra era partita con Massimo Mazzanti in panchina, che il dirigente termale ringrazia vivamente, al quale si sono succeduti Filippo Turchi e poi Arturo Nicolosi, che ha colto l’unica vittoria stagionale.

"Il nostro impegno è stato quello di tenere il gruppo unito e arrivare fino in fondo al campionato nonostante i risultati – continua Acquaviva – ma quello che ci ha fatto male sono stati gli insulti gratuiti e certe critiche ricevute dall’interno della società. A questo atteggiamento poco costruttivo rispondo che la presunzione di insegnare agli altri va fatta da chi è in grado di dare il miglior esempio". A giudizio del dirigente di lungo corso – da mezzo secolo nel calcio prima come roccioso difensore, poi come allenatore – "i valori dello sport di squadra, e del calcio in particolare, sono molto importanti per tanti ragazzi che crescono con l’insegnamento dello stare all’interno di un gruppo squadra. In futuro contiamo di potenziare il nostro settore giovanile, del quale mi occuperò in toto, contando di mandare in campo ogni settimana tutta la trafila delle squadre giovanili dai Piccoli Amici agli Allievi con l’aumento delle iscrizioni dei calciatori in erba. Sarà molto importante potenziare il gruppo dei nostri allenatori, che comprende, tra gli altri l’ex difensore di Monza e Forlì Marco Babini e l’esperto Marco Zaccariello. Una risorsa importante per la nostra società".

Il gruppo dirigente, presieduto da Sergio Oliva, ha tutte le intenzioni di mantenere vivo il Castrocaro Calcio con l’attenzione particolare che merita il settore giovanile.

Franco Pardolesi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?