Quotidiano Nazionale logo
30 apr 2022

Contro questa Casale il blitz è alla portata

I piemontesi, come Forlì, hanno vinto una sola volta nell’orologio e mirano al 6° posto nel loro girone. Ma hanno 6 sconfitte nelle ultime 8

Il pivot Hill-mais sarà l’osservato speciale oggi per l’Unieuro
Il pivot Hill-mais sarà l’osservato speciale oggi per l’Unieuro
Il pivot Hill-mais sarà l’osservato speciale oggi per l’Unieuro

Il riscatto invocato da coach Sandro Dell’Agnello e il piazzamento finale dell’Unieuro passano dalla trasferta sul campo della Novi Più Casale Monferrato. A consolare Forlì c’è il fatto che la squadra piemontese, dopo un buon avvio, non sta vivendo certo il suo miglior momento: una vittoria su tre gare giocate nella fase a orologio (80-66 contro San Severo, a fronte di due sconfitte a Chiusi e a Ferrara), due vittorie nelle ultime otto uscite per il gruppo allenato da coach Andrea Valentini.

Esattamente come Forlì, in caso di successo, i piemontesi possono ancora sognare il sesto posto nel girone Verde (in caso di sconfitta dell’Assigeco Piacenza), ma anche finire ottavi in caso di sconfitta e di contemporanea vittoria di Mantova contro Latina. Roster alla mano, Casale può contare su uno dei migliori lunghi americani del torneo, Xavier Hill-mais, che nella fase a orologio sta viaggiando ad oltre 16 punti e 7 rimbalzi di media; l’altro Usa, invece, è l’ex Chieti ed Agrigento Pendarvis Williams, che sta disputando una stagione solida, ma non certo scintillante (11 punti e 4 assist a partita). Diffuso e importante è, invece, il contributo del pacchetto italiani: capitan Niccolò Martinoni viaggia vicino alla doppia doppia di media (11+9 rimbalzi a gara), risultando uno dei lunghi più solidi del torneo, mente sotto le plance dà man forte anche Leggio.

Tra i piccoli, importante è il contributo del play di casa Fabio Valentini (11+4 assist di media), così come quello dell’ex Treviso Alvise Sarto, che in questa stagione ha mostrato una crescita importante. Prezioso e importante è, invece, il mattoncino portato dal veterano di mille battaglie Matteo Formenti (10 punti di media, ottimo tiratore con il 40% da tre, oltre a 4 assist a partita). In sintesi Casale Monferrato è una formazione di qualità diffusa, ma che ha nella scarsa fisicità e nelle rotazioni cortissime (a sette e mezzo, con qualche minuto del giovane Matteo Ghirlanda) i propri, chiari, punti di debolezza.

Per Forlì, quindi, si tratta di una sfida interessante e non certo impossibile, anche se in trasferta, a un passo dai playoff, può essere una gara non facile da affrontare. Quel che è certo è che a Lucas e compagni servirebbe una prova fluida e convincente, in grado di riaccendere la fiducia e l’entusiasmo in una post season in cui Forlì non può e non deve recitare la parte della vittima sacrificale.

Valerio Rustignoli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?