Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
10 mag 2022

Dell’Agnello: "Ho avuto risposte Bravi, abbiamo ancora energie"

Il coach ha un solo rimpianto: "Abbiamo tirato più di Cantù, ma con queste percentuali..."

10 mag 2022
La delusione sui volti di Pullazi (in primo piano, a destra) e Lucas
La delusione sui volti di Pullazi (in primo piano, a destra) e Lucas
La delusione sui volti di Pullazi (in primo piano, a destra) e Lucas
La delusione sui volti di Pullazi (in primo piano, a destra) e Lucas
La delusione sui volti di Pullazi (in primo piano, a destra) e Lucas
La delusione sui volti di Pullazi (in primo piano, a destra) e Lucas

Al termine del match, coach Sandro Dell’Agnello prova subito a guardare il bicchiere mezzo pieno. "Avevamo bisogno di una risposta da noi stessi dopo gara1 e penso che sia fortemente arrivata. Un’ottima partita: abbiamo tentato più tiri di Cantù, preso più rimbalzi e tatticamente abbiamo tenuto sui 70 punti una squadra che, in genere, ne segna molti di più".

Qualcosa, però, è evidentemente andato storto nei meccanismi dei forlivesi. "Molto spesso siamo riusciti a penetrare in area, ma abbiamo tirato con percentuali veramente rivedibili, per usare un eufemismo. Questo è stato un problema che abbiamo pagato a caro prezzo. Cantù era aggressiva sugli esterni e, con questo tipo di difesa, eravamo obbligati a cercare con continuità il ferro. Siamo stati bravi ad andare in area con i lunghi, ma col 41% da 2 è faticoso spuntarla. È il rimpianto più grosso, anche perché ha ‘coinvolto’ tutta la squadra".

Nell’ultima frazione l’attacco biancorosso ha steccato ancora. "Finiti sotto di qualche punto, giustamente abbiamo tentato qualche tiro da fuori in più rispetto alle nostre abitudini. Dato che da sotto non si segnava, ci abbiamo provato, ma non è andata bene". La partita di Lucas? "Cantù ha difeso ottimamente su Kalin, nostra fonte di gioco principale in assenza di Palumbo, del quale oggi avremmo beneficiato alla grande. Lucas non ha forzato, distribuendo comunque 8 assist con i compagni che, da sotto, ne hanno approfittato a tratti".

In tutto ciò, c’è da tenersi stretta anche un’ulteriore buona prestazione difensiva, con una zona che ha funzionato. "La scelta tattica ha pagato molto, rompendo completamente gli ingaggi di Cantù. Nel finale, per la verità, abbiamo perso un paio di volte Stefanelli, l’ultimo che avremmo voluto lasciar libero, e ci ha punito. Comunque, ha tolto agli avversari transizioni rapide e per questo la riproporrei esattamente allo stesso modo".

Giovedì la serie passa a Forlì, con l’Unieuro che avrà le spalle al muro. "Oggi ci è mancato soltanto il canestro. Oggettivamente non potevamo chiedere di più. Con due giorni di riposo, sono convinto che giovedì avremo tutti le energie necessarie per giocarcela".

Simone Casadei

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?