Sarà una Final Eight strana, quella prevista da venerdì 13 a domenica 15 novembre. Anche l’Unieuro Forlì sarà tra le protagoniste a caccia del primo trofeo della stagione prima dell’inizio di un campionato ancora costellato da mille incognite. E il panorama delle rivali si va definendo sempre di più. Nello scorso weekend, quattro raggruppamenti hanno concluso il loro programma: nel girone Verde Torino ha abbattuto per 73-106 Casale Monferrato, confermando il primo posto nel girone e...

Sarà una Final Eight strana, quella prevista da venerdì 13 a domenica 15 novembre. Anche l’Unieuro Forlì sarà tra le protagoniste a caccia del primo trofeo della stagione prima dell’inizio di un campionato ancora costellato da mille incognite. E il panorama delle rivali si va definendo sempre di più.

Nello scorso weekend, quattro raggruppamenti hanno concluso il loro programma: nel girone Verde Torino ha abbattuto per 73-106 Casale Monferrato, confermando il primo posto nel girone e strappando il pass per i quarti, dove affronterà l’Urania Milano che domenica ha battuto per 77-84 l’Assigeco Piacenza, grazie ai 24 punti del lungo americano Wayne Langston. Tra queste due emergerà la rivale della vincente tra Udine e Forlì. Il tabellone dei quarti si completerà con il derby tra Ferrara (prima classificata nel girone Azzurro e vincente nell’ultimo turno per 91-86 contro Capo d’Orlando) e i padroni di casa della Tramec Cento: nel precedente scontro avvenuto nella fase a gironi, gli estensi avevano avuto la meglio per 71-89.

Ancora in alto mare, invece, l’esito degli ultimi due gironi: nel girone Blu, sia Pistoia che Eurobasket devono ancora recuperare due gare (lo scontro diretto più una partita a testa, rispettivamente contro Stella Azzurra e Rieti), con la graduatoria che ancora può assumere qualsiasi forma. Ancora più incerta è la situazione nel girone Arancione, dove la corazzata Napoli non è ancora scesa in campo e attende la guarigione di tre giocatori attualmente positivi al Covid-19. Da recuperare ancora anche la sfida tra San Severo e Latina, ma la situazione della Ge.Vi è tutt’altro che da sottovalutare: nel caso in cui, infatti, la situazione perdurasse, anche il recupero di tutte le gare entro il 15 novembre potrebbe rivelarsi quanto mai difficile, rendendo obbligatorio lo slittamento delle Final Eight a un’altra data. Che sarebbe anche difficile da trovare, visto che già si è deciso un rinvio dal weekend del 6-8 novembre a quello successivo. E il 22 novembre dovrebbe iniziare la regular season, con il girone d’andata compresso in meno di due mesi.

Una volta formato quest’ultimo accoppiamento, i quattro quarti sarebbero pronti per essere disputati, seppure tra mille difficoltà e davanti a un palazzetto che dovrebbe essere deserto. Insomma, non la migliore delle cornici. Ma ciascuna società proverà a conquistare un successo per provare a dimenticare la pandemia e strappare un sorriso ai propri tifosi.

v. r.