di Franco Pardolesi Ancora 48 ore che, potrebbero, cambiare il volto del Forlì di mister Giuseppe Angelini. Dopo le ultime due recenti e sonore sconfitte il club biancorosso corre ai ripari. L’intento è quello di rafforzare una squadra probabilmente sopravvalutata in estate. Tre ko nelle prime cinque giornate hanno lasciato il segno, ma il problema è che domani chiude la sessione estiva-autunnale del mercato, postdatata a causa dell’epidemia che ha mandato all’aria date e calendari abituali di tutte le categorie del del calcio italiano. Si cercano in tutta fretta quindi gli ultimi colpi. Ieri intanto ha già iniziato ad allenarsi col gruppo dei galletti il neoacquisto...

di Franco Pardolesi

Ancora 48 ore che, potrebbero, cambiare il volto del Forlì di mister Giuseppe Angelini. Dopo le ultime due recenti e sonore sconfitte il club biancorosso corre ai ripari. L’intento è quello di rafforzare una squadra probabilmente sopravvalutata in estate. Tre ko nelle prime cinque giornate hanno lasciato il segno, ma il problema è che domani chiude la sessione estiva-autunnale del mercato, postdatata a causa dell’epidemia che ha mandato all’aria date e calendari abituali di tutte le categorie del del calcio italiano. Si cercano in tutta fretta quindi gli ultimi colpi.

Ieri intanto ha già iniziato ad allenarsi col gruppo dei galletti il neoacquisto Loris Tortori: trequartista di qualità che, proprio con mister Angelini, era stato tra i protagonisti dell’immediato ritorno in serie C del Cesena. Un elemento avvezzo a scendere in campo per vincere: uno che in carriera, oltre che con la casacca cesenate, ha vinto la serie C col Venezia e, anno scorso, ancora la quarta serie col Foggia.

A quanto sussurra radio mercato il diesse Carlo Di Fabio, dopo aver rinforzato il reparto offensivo, sta lavorando per inserire altre due pedine d’esperienza ‘pesanti’ per reparto: un difensore e un centrocampista. Per puntellare una difesa che dopo essere stata la meno battuta del gruppo D nella scorsa stagione pare aver perso ogni sicurezza, i fari sono puntati sul 34enne Daniele Capelli, difensore centrale, ma anche terzino, con alle spalle una carriera di ottimo livello.

Da due stagioni in campo con la casacca del Padova, la scorsa in serie B e quest’anno in C, il difensore nato a Seriate ha giocato quattro campionati nel Cesena dal 2013 al ’17: uno in serie A con 30 presenze, e tre in B, con 70 gettoni. Nel suo invidiabile curriculum, a tratti però frenato da guai fisici, ben otto annate con l’Atalanta (la squadra in cui è cresciuto e di cui è stato persino giovanissimo capitano), tra il 2004 ed il 2013. Per lui inoltre un’altra stagione al massimo livello nella Reggina e due tra i cadetti con Arezzo e Spezia. Un innesto che, qualora si realizzasse, sposterebbe non poco il peso specifico della squadra.

Per il settore nevralgico del centrocampo, invece, prossimamente potrebbe imboccare il tunnel che porta sul prato dello stadio Morgagni Marco Augusto Romizi, trent’anni: a lui potrebbe andare il ruolo di guida della squadra in cui occupertebbe la posizione centrale del centrocampo a tre, davanti alla difesa, considerata la sua capacità nel rubar palla per far ripartire velocemente l’azione. Mediano nato ad Arezzo, quest’anno tesserato col Picerno in serie C, vanta un curriculum con 253 gare e sette reti, giocate tutte a livello professionistico tra serie B e C. Dopo due campionati in C dal 2009 con la Reggiana, Romizi ha vestito la casacca del Bari, in serie B, dal 2012 al 2017. Poi quattro tornei di serie C con Vicenza, Albinoleffe e Picerno.

E’ evidente che se queste due importanti trattative andassero in porto, ad alcuni componenti della rosa attuale bisognerà trovare una destinazione lontano da Forlì: un enigma che, giocoforza, dovrà essere risolto in un paio di giorni. Da segnalare che per la non semplice trasferta domenica sul campo del Fiorenzuola Angelini dovrà fare a meno del difensore Beduschi, appiedato dal giudice sportivo per un turno dopo l’espulsione di domenica scorsa. Ancora fuori Croci e Pavani, è tornato ad essere disponibile Eric Biasiol.